WHARFEDALE

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Mer Giu 04, 2014 3:01 pm


 
Lo straordinario diffusore a tre vie AIREDALE.
 
Wharfedale Airedale – 1962 - 1966 

I diffusori Wharfedale Airedale sono stati negli anni Sessanta un vero riferimento per gli appassionati più esigenti e più danarosi, dato il loro prezzo non proprio a buon mercato, e fanno parte a pieno titolo di quella ristretta schiera di sistemi entrati nella leggenda dell’audio. Gilbert Briggs, ormai 75 enne e sull’orlo del pensionamento, prima di lasciare definitivamente la sua ditta lancia un vero e proprio canto del cigno, l’ultima espressione di una carriera straordinaria e ricca di soddisfazioni. Gli Airedales, infatti, risalgono alla prima metà dei Sessanta e vanno a posizionarsi come il modello di vertice della Wharfedale che ne ha prodotto due versioni leggermente diverse fra di loro. Restano in produzione per molto tempo, dal 1962 fino al 1966/67.
Il primo Airedale del 1962, discendente del famoso WHARFEDALE W 4 del 1961, è un diffusore reflex-omni directional e monta tre unità: un 15 pollici per le frequenze basse, un 8 pollici per quelle medie ed un 3 pollici per le alte; il crossover taglia a 400 Hz. e 5.000 Hz., mentre la risposta in frequenza è molto ampia da 20 Hz. fino a 20.000 Hz. La seconda versione del 1966 mantiene le stesse dimensioni ma differisce dal primo modello nelle finiture esterne e nel taglio di frequenze ad opera del crossover (400 Hz. / 3.000 Hz.). Nel 1966 costa la bellezza di 69 sterline, una somma davvero molto alta che classificava il diffusore nella fascia TOP dei grandi sistemi di allora, in compagnia per esempio di TANNOY e pochissimi altri.
Il Wharfedale seconda versione ripete il grande successo del primo modello e rimane uno dei più importanti sistemi di riproduzione dell'intera storia dell'audio, la massima espressione, insieme al leggendario model SFB/3 del 1956, di questa casa che si è sempre distinta in campo internazionale per l'elevatissimo standard qualitativo dei propri prodotti.
La Wharfedale Airedale è il risultato massimo della ricerca della casa inglese iniziato negli anni Trenta finalizzato a migliorare la riproduzione del suono; la ditta non ha solamente prodotto altoparlanti e cabinets ma anche crossover, trasformatori di uscita di elevata qualità e tutta la componentistica necessaria alla costruzione dei propri diffusori.
I mitici Airedale  appartengano senz'altro a quella ristretta e particolare categoria di cose ben fatte capaci di sfidare l'inesorabile ingiuria del tempo senza subire danni, ma anzi di funzionare ed emozionare ancora oggi in modo impensabile. La costruzione dei Wharfedale Airedale è notevole sotto tutti i punti di vista ed unica nel suo genere e francamente mi è mai capitato pochissime volte di vedere qualcosa di simile!
 
Paolo
 
continua...
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Ven Giu 06, 2014 3:06 pm



Airedale con finali Leak TL 10 Point-One e Leak Varislope Stereo

Il sistema è a tre vie con tre altoparlanti da 3, 8 e 15 pollici come nel primo Airedale; il grande woofer da 38 cm. è collocato alla base dell'ampio pannello frontale mentre gli altri due altoparlanti dei medi e degli alti sono posti sulla sommità della cassa, ben isolati dal resto del mobile per evitare risonanze “pericolose”. Ciò che colpisce immediatamente è la straordinaria solidità di tutto l'insieme dovuta a particolarissimi e ben studiati accorgimenti. Il diffusore, infatti, presenta all'interno diverse piastrelle di ceramica inserite nelle pareti laterali ed una consistente quantità di sabbia (dry-sand) che riempie un'intercapedine presente su tutto il fronte anteriore; inoltre sono stati applicati rinforzi di legno nei vari angoli e pannelli di fibra di acetato incollati stabilmente all'interno del cabinet. In tal modo il diffusore è in grado di smorzare efficacemente le vibrazioni che si creano nella parte bassa del mobile per opera del grande woofer.
Le Wharfedale Airedale pesano 91 libbre  (circa 40 kg.)  ognuna e sono munite di cinque rotelle per facilitare gli spostamenti in ambiente; la potenza massima applicabile (POWER HANDLING CAPACITY) è di soli 20 watts (40 watts di picco), la risposta in frequenza risulta estesissima con un range  da 20 Hz. fino a 20.000 Hz.  mentre l'impedenza di queste tre vie è di 15 Ohm. Nella parte retrostante dei diffusori sono presenti i controlli per l'esaltazione delle frequenze medie e alte, utili per equalizzare al meglio la propria stanza d'ascolto.
 
Paolo
 
continua...
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Lun Giu 09, 2014 9:12 am






 
 
 
Il Wharfedale Airedale è senza dubbio un oggetto molto importante ancora oggi, sia per il magnifico suono, sia per l'eccellente cura di costruzione attraverso una raffinata qualità dei componenti impiegati e sia per le notevoli emozioni che è in grado di provocare all'ascoltatore. Ricordo che questo sistema di diffusione adopera altoparlanti in ALNICO di elevatissimo livello come il sorprendente tweeter SUPER 3 che all'epoca era reputato come uno dei migliori «treble unit» al mondo, capace di coprire con una straordinaria dolcezza una banda da 1.000 Hz. fino a 20.000 Hz.
Il SUPER 3 presenta un'elevatissima sensibilità con una densità del magnete di 14.500 Gauss ed una costruzione meccanica davvero notevole che prevede un cono in carta “bachelizzata” con cupola in alluminio. Cosa dire, poi, del mid-range SUPER 8 RS/DD ovvero un'unità per le medie assai famosa nei primi anni Sessanta per la sua strabiliante resa musicale, il vero cuore e motore di tutto il diffusore; una gamma media di elevato profilo musicale e di rara bellezza sonica!
L’ Airedale , infine, impiega una sezione bassi per mezzo dello splendido woofer W 15 / RS, un 38 centimetri potente ed aggraziato allo stesso tempo che è in grado di scendere fino a 25 Hz. con disarmante naturalezza; il woofer, uno dei punti di forza della grande famiglia di altoparlanti Wharfedale, fu modificato nel 1961 ed entrò nella famosa serie RS TYPE, che prevedeva un cono assai resistente in carta corrugata ed un anello di tela impregnato per la massima performance alle bassissime frequenze (CLOTH ROLL SURROUND).
Il Wharfedale W 15 /RS si può ancora oggi considerare, nonostante i suoi cinquant’anni e passa, come uno dei più riusciti woofer mai prodotti.
Il fronte sonoro che propone il Wharfedale è “maestoso”  ed al tempo stesso preciso e naturale per mezzo di una efficace ricostruzione della scena spaziale; questo è dovuto non solo all'altissima qualità degli altoparlanti impiegati ma anche al progetto davvero originale.
La cassa, infatti, è divisa in due parti nettamente separate fra loro; nella parte superiore alloggiano il midrange ed il tweeter posizionati con il cono rivolto verso l'alto mentre in quella inferiore troviamo il grande woofer da 15 pollici. In questa maniera si ottiene una geniale riproduzione attraverso un mix di suoni provenienti dalle zone basse, da quelle alte ed infine da quelle laterali con il risultato di ottenere una spazialità avvolgente! L'effetto sonoro è straordinario e l'esecuzione risulta di una naturalezza incredibile: una grazia musicale rarissima ed assai affascinante!
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Wharfedale

Messaggio Da costino175 il Mar Giu 10, 2014 11:44 am

Le Airedale sono certamente interessantissime, tuttavia, a parte che sono difficili da trovare e soprattutto da trasportare, sono anche molto ingombranti, ad esempio difficilmente potrebbero entrare in casa mia. A tuo avviso c'è qualche modo per entrare nel mondo Wharfedale con sistemi sempre vintage ma di taglia inferiore? Su Ebay Usa ci sono moltissimi modelli, presumo prodotti per quel mercato, ma ovviamente i trasporti costano molto. Ho visto anche prodotti fine anni 60-inizio 70 come le prime Dovedale, che cosa ne pensi?
Grazie

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Mar Giu 10, 2014 5:24 pm

Le Airedale vanno benissimo anche in ambienti piccoli. Questo te lo posso confermare perchè, dopo tanti anni di convivenza con questi eccellenti diffusori, di prove ne ho fatte moltissime.
Come stazza sono grandi ma anche il loro suono è altrettanto...grande!
Le casse Wharfedale Dovedale sono l'evoluzione delle Wharfedale W2, eccellenti e famosi diffusori. Impiegano un woofer da 30 cm. con sospensione in "roll surround" in materiale Flexiprene.
Il tweeter è l'evoluzione dello storico Wharfedale Super 5, isolato dal resto della cassa. E' un tweeter dolcissimo e molto preciso, come del resto tutti gli altoparlanti impiegati dalla Wharfedale.
Il Dovedale è un eccellente diffusore, non conosciuto da molti così come sono molto interessanti i modelli successivi degli anni settanta come i Dovedale 2, 3 e 3XP. Ti posso dire un gran...bene di questi diffusori perchè appartengono alla grande tradizione inglese di casse ottimamente costruite.
Ciao.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da costino175 il Ven Giu 13, 2014 1:07 pm

Peccato che il mercato francese sia poco comodo e difficilmente si può avere una spedizione, soprattutto per oggetti ingombranti. Ecco una coppia di Dovedale a 80 euro!
http://www.leboncoin.fr/image_son/640065064.htm?ca=21_s

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Sab Giu 14, 2014 10:08 am



WHARFEDALE Tweeter SUPER 5

Questo è lo straordinario supertweeter Wharfedale SUPER 5 impiegato nelle Wharfedale W2.
Oggi, dopo qualcosa come più di 50 anni, questo componente riesce a funzionare in modo superlativo!
Domanda: fra 50 anni un tweeter, per esempio, delle Sonus Faber, funzionerà ancora bene??

Paolo

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Planar il Mar Giu 17, 2014 10:02 am

Speriamo di no. Cosi non ci tocchera' sentirle.

Planar

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 14.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Gio Giu 19, 2014 3:12 pm



Vista grafica dell'interno dell'Airedale. Il woofer da 15" è collocato nella parte bassa del mobile mentre gli altoparlanti mid-range e tweeter sono posti in quella alta, rivolti verso l'alto. Una struttura del tutto atipica e singolare che favorisce una spazialità grandissima del contenuto sonoro.

Paolo

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Sab Giu 21, 2014 10:05 am


 
Wharfedale SFB / 3 – 1956
 
Il Wharfedale SFB/3 rappresenta uno dei massimi sistemi di diffusori degli anni cinquanta, veramente notevole la sua importanza nel panorama dell’audio di qualità del periodo d’oro dell’hi-fi. Un diffusore che è stato una pietra miliare al pari di QUAD ESL/57, di KLIPSCHORN, di TANNOY GRF e pochi altri !
Viene concepito da Briggs all’inizio dei cinquanta e perfezionato per il mercato nel 1956.
L’ SFB/3, ovvero Sand Filled Baffle/ 3 vie, presenta una forma rettangolare del tutto atipica per l’epoca ed ha analogie con il QUAD ESL, mobile in noce e griglia frontale in bronzo.
Impiega al suo interno tre drivers posizionati in cassa aperta :
il  W12/FS - SFB 12” woofer da 12 pollici con cono in carta corrugata, il  Bronze CSB 10” mid-range da 10 pollici (sempre con cono in carta) montato vicino al woofer e collegati entrambi  in parallelo per migliorare la Mutual Radiation Impedance, e da ultimo il super tweeter  SUPER 3- 3”, unità per gli acuti da 3 pollici di diametro.
Questo tweeter ha la particolarità di essere posizionato nella cassa verso l’alto, subito a ridosso dell’altoparlante dei medi per favorire una migliore radiazione acustica e contribuire a dare al sistema un senso di grande spazialità.
La sua riproduzione sonora risulta essere molto naturale ed equilibrata sia nella gamma bassa,dove le pressioni acustiche sono notevoli, e sia in gamma medio-alta attraverso una incredibile spazialità dei contenuti sonici. La particolare posizione del tweeter rivolto verso l’alto (come nell'Airedale), infatti, provoca nell’ascoltatore un senso di ariosità inconfondibile e di grande realismo. Questo originale sistema di posizionamento è molto caro a G. Briggs che lo adotterà anche in altri suoi sistemi di diffusori, come per esempio nel Wharfedale Airedale del 1963.
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Sab Giu 21, 2014 3:03 pm


 
Il fanstastico Wharfedale Tweeter SUPER 3 - 3" !!
Il tweeter Wharfedale riproduce fedelmente, senza asprezza e con una linearità incredibile le frequenze alte. Siamo nel...1956...Notare le sospensioni dell'unità ed il grandissimo magnete.

Signori, giù il cappello di fronte a tanta qualità tecnica!
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Ven Lug 25, 2014 3:12 pm



Wharfedale Airedale + Rogers Cadet Mk II

 
La dolcezza musicale del Rogers Cadet Mk II unita alla potente riproduzione dell'AIREDALE.
Un bel sentire, veramente un bel sentire!
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da ferro il Mar Ago 26, 2014 10:46 am

Non avendo mai ascoltato questo diffusore Wharfedale, devo ammettere che mi intriga molto il suo aspetto e la sua costruzione, notevoli. Questi diffusori si vedono poco in giro, sia in rete che nelle riviste e pochi ne parlano. Molto probabilmente erano poco conosciuti in Italia nell'epoca d'oro dell'hi-fi. Mi piacerebbe ascoltarli ma, purtroppo, quando ho fatto la capatina a casa di Paolo non erano collegati. Quello che risulta impressionante è la loro stazza e robustezza e poi il woofer da 38 cm. deve spingere da far paura.

Ciao, Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 200
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Mar Ago 26, 2014 3:38 pm

ferro ha scritto:Non avendo mai ascoltato questo diffusore Wharfedale, devo ammettere che mi intriga molto il suo aspetto e la sua costruzione, notevoli. Questi diffusori si vedono poco in giro, sia in rete che nelle riviste e pochi ne parlano. Molto probabilmente erano poco conosciuti in Italia nell'epoca d'oro dell'hi-fi. Mi piacerebbe ascoltarli ma, purtroppo, quando ho fatto la capatina a casa di Paolo non erano collegati. Quello che risulta impressionante è la loro stazza e robustezza e poi il woofer da 38 cm. deve spingere da far paura.

Ciao, Andrea

Quando sei venuto a casa mia, I diffusori Wharfedale Airedale erano funzionanti, collegati ai Rogerini pre e finale Cadet Mk II nel mio studio. Io ti avevo fatto entrare nella mia sala dove c'erano i Leak TL10.1 che volevi ascoltare e non c'è stato tempo per altri ascolti. Mi dispiace perchè gli Airedale sono, secondo il mio parere, fra i migliori diffusori di sempre, notevole la loro riproduzione fedele del suono!
Sarà per la prossima volta quando farai un salto quì da me.
E' vero che sono poco conosciuti in Italia perchè all'epoca costavano parecchio e perchè i vari importatori italiani non avevano interesse a venderli. Del resto anche CELESTION era poco venduto nel nostro mercato, e con questo ti ho detto tutto...!
Negli anni settanta tutti, riviste e negozianti, "sbavavano" (passami il termine) per i marchi americani e giapponesi come AR, Marantz, Mc Intosh, Harman Kardon oppure Sansui, Pioneer e compagnia cantante. Peccato però, perchè gli inglesi erano, secondo me, migliori.
Una tiratina di orecchi comunque la devo fare: non è vero che nessuno ne ha parlato o ne parla perchè il sottoscritto ha pubblicato su SUONO un intero articolo sulla Storia, nascita ed evoluzione, della Wharfedale compresa la descrizione dettagliata delle Airedale. Vedi SUONO n° 466 - Luglio 2012.

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da costino175 il Mar Ago 26, 2014 5:38 pm

ho visto passare anche su Ebay annunci delle W4 che, almeno in apparenza, somigliano molto alle Airedale. Hai avuto qualche esperienza in proposito?

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Mer Ago 27, 2014 10:31 am



costino175 ha scritto:ho visto passare anche su Ebay annunci delle W4 che, almeno in apparenza, somigliano molto alle Airedale. Hai avuto qualche esperienza in proposito?  


Wharfedale W 4 – 1961-1962
Si, le Wharfedale W4 assomigliano alle Airedale, sia nella costruzione che nella resa acustica, ma anche questi diffusori sono rari e nessuno conosce il loro reale valore sonico che risulta alto molto alto.
Il Wharfedale W 4 è il precursore dell’Airedale ed è un diffusore omnidirezionale a quattro vie del peso di 30 Kg. Fa parte della grande famiglia Wharfedale che nei primi anni sessanta aveva sbalordito gli appassionati per la notevole bontà acustica dei suoi diffusori (vedi anche W-2 e W-3).
Sono presenti 4 altoparlanti, un woofer WLS/12 del diametro di 12”, due mid-range W-3 da 5” ciascuno posizionati all’interno ad angolo ed un tweeter SUPER 3 da 3” rivolto verso l’alto.

Grandi, belli e musicalmente al Top!

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Mer Dic 24, 2014 4:44 pm



WHARFEDALE AIREDALE con ROGERS CADET MK II pre e finale.
Suono? Impressionate in quanto a definizione, dettaglio, corposità, spazialità e realismo !!
E' da sottolineare, poi, come questa configurazione non sia il top perchè con altre amplificazioni a valvole vintage (Leak, Radford, Beam-Echo, Pye,ecc.) il suono si trasforma letteralmente in magia .......pura.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da costino175 il Dom Dic 28, 2014 2:59 pm

Interessantissima questa riproduzione di una brochure Wharfedale
http://www.troelsgravesen.dk/Wharfedale_cat_files/Wharfedale_CabinetModels_1962_page1-8.pdf

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da costino175 il Dom Dic 28, 2014 3:35 pm

Scorrendo il catalogo ho visto le W3 che risultano corredate da un woofer da 12, mid da 5 e lo stesso tweeter delle Airedale. Questo modello, molto più gestibile rispetto ai modelli superiori per dimensioni, si trova abbastanza facilmente a prezzi bassi. Può valerne la pena?

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da costino175 il Dom Dic 28, 2014 3:41 pm

Oggi mi interessa Wharfedale
ecco un'altra interessante pubblicazione
http://www.ajaudio.co.uk/Whafedale%20speakers.pdf

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Lun Dic 29, 2014 11:38 am

costino175 ha scritto:Interessantissima questa riproduzione di una brochure Wharfedale
http://www.troelsgravesen.dk/Wharfedale_cat_files/Wharfedale_CabinetModels_1962_page1-8.pdf

Ottimo Carlo, sono molto interessanti i cataloghi e le brochure d'epoca. Poi riguardo a Wharfedale sono ancor più importanti per la rarità degli stessi. Quella brochure che hai postato la conosco molto bene perchè fa parte dei miei documenti storici.
In merito alle W3, posso dirti che "suonino" benissimo, sono costruite in modo interessante a atipico. Occorre collocarle bene in ambiente.




Le WHARFEDALE W 3 del 1961

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Lun Dic 29, 2014 4:46 pm



WHARFEDALE AIREDALE - 1a Serie


Le splendie AIREDALE 1a versione in mostra a ROMA nel 2010 al Roma HI-End di Zaini.
Io sono con l'amico Sergio Marullo, proprietario di questo eccellente esemplare che molti appassionati hanno osservato con ammirazione ed attenzione.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Amadeus il Mer Dic 31, 2014 4:41 pm

Paolo51 ha scritto:

WHARFEDALE AIREDALE - 1a Serie


Le splendie AIREDALE 1a versione in mostra a ROMA nel 2010 al Roma HI-End di Zaini.
Io sono con l'amico Sergio Marullo, proprietario di questo eccellente esemplare che molti appassionati hanno osservato con ammirazione ed attenzione.

Bellissime le Airedale prima serie. Le avevo viste tempo fa in un negozio di hi-fi molto rinomato del centro Italia ma purtroppo erano scollegate. Ho chiesto di poterle ascoltare ma niente da fare, erano troppo indaffarati a...non far niente. Secondo me non le conoscevano molto bene. Peccato.
La persona vicino a te, Paolo, la conosco perchè qualche volta ho acquistato i suoi dischi usati, sempre di ottima fattura.
avatar
Amadeus

Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Paolo51 il Dom Gen 11, 2015 9:58 am



WHARFEDALE AIREDALE


Articolo pubblicato su SUONO - Novembre 1999


L'articolo, a firma del sottoscritto, descriveva le virtù soniche di questi straordinari diffusori collegati nelle varie prove a finali Leak TL 10.1.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da ferro il Mer Mar 18, 2015 9:35 am

Imponenti e grandiose le AIREDALE.
Purtroppo non le ho mai ascoltate e mi dispiace perchè da quello che dici, Pier Paolo, devono essere grandi diffussori, in tutti i sensi.
Penso sia molto difficile reperirle e molto difficile che qualche appassionato le abbia. In giro non se ne vedono, nè sulle aste tipo e-bay nè nei siti dei negozi hi-fi.
La prossima volta che capito a casa tua, vorrei ascoltarle, se puoi. Ciao.

P.S. L'articolo postato lo avevo letto all'epoca della pubblicazione su Suono e se non erro erano collegate, per le prove, ad una coppia di Leak TL 10.1.
avatar
ferro

Messaggi : 200
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: WHARFEDALE

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum