CELESTION Ditton 44

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Mer Giu 04, 2014 3:57 pm



Le leggendarie CELESTION DITTON 44


I diffusori CELESTION DITTON 44 sono casse acustiche come si costruivano “ una volta “, nel senso della migliore progettazione British-made.
Imponenti quanto basta, robusti come pochi e sonicamente straordinari ! Che dire, io amo moltissimo i diffusori inglesi, come per esempio le mie TANNOY LANCASTER, le mie WHARFEDALE AIREDALE, le magiche QUAD ESL e non da ultimo le mie LEAK Sandwich, per cui qualsiasi apparecchio valvolare dei miei che io interfacci con diffusori inglesi ottengo sempre, e lo sottolineo, delle vere e fantastiche sonorità!
Chiaramente poi alcune combinazioni sono migliori di altre ma comunque non si riesce proprio a “sbagliare” impostazione, neanche a volerlo.

I diffusori Celestion Ditton 44 fanno parte della più bella tradizione inglese, quella tradizione permeata di sostanza e grande qualità di costruzione. Sono a tre vie ed impiegano, oltre al famoso tweeter HF – 2000 ed al potente woofer da 12 pollici, un eccezionale mid-range denominato F C 6. Il cuore del diffusore è proprio questo altoparlante che è capace di imprimere sonorità talmente reali e limpide da far accapponare la pelle!
Li avete mai ascoltati ?

Paolo

continua...
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Celestion 44

Messaggio Da costino175 il Gio Giu 05, 2014 6:03 am

Certamente le ho ascoltate, dapprima per molti anni in casa di un amico e mi erano sempre piaciute molto anche se pilotate da ampli non all'altezza, poi a casa, avendole acquistate da un anno circa. Da allora le alterno alle AR 3a che preferisco se pur di poco sulla musica classica, mentre sul jazz, cantautori e leggera in generale non so dire quali suonano meglio. I loro pregi sono l'efficienza e, come ho detto, la capacità di suonare bene anche in combinazioni non del tutto eccezionali. La storia cambia, e di molto, se si pilotano con amplificazioni di qualità, a mio avviso soprattutto valvolari e in particolare valvolari d'epoca. La performance con il Rogers Cadet è impressionante. Si trovano a prezzi molto bassi soprattutto in Francia (vedi sito Leboncoin) e se qualcuno abita in zone comode può approfittare. Quindi si può formare un impianto con le 44, un integrato Rogers Cadet III e un lettore CD qualsiasi purchè di buona qualità a meno di 1000 euro. Poi ne voglio vedere gente piangere ascoltando questa proposta e pensando alle decine di migliaia di euro spesi per componenti poco musicali.

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da arcero il Gio Giu 05, 2014 7:02 am

Posso aggiungere , che avendo anch'io tra le altre coppie di diffusori , un paio di Ditton 44 I versione 1973 ed avendole provate con alcune storiche amplificazioni inglesi d'epoca ( Quad 33/303 - 44/405-2 oltre al Leak stereo 30 ) , ho potuto rilevare che se collegate ad amplificazioni valvolari di indubbio valore e di pochi watts danno il meglio si sè. Nello specifico è magnifica la sinergia con il Leak stereo 20. Il risultato è di una morbidezza di emissione e di totale assenza di fatica d'ascolto, unite ad una presenza disarmante. Ti danno la sensazione di vivere l'evento live. E concordo anche sul repertorio da farle riprodurre : Jazz storico, folk e piccoli ensemble acustici , ecc. Danno il meglio con proposte musicali poco complesse e dove non serve un basso fermo e controllato. Il confronto con le Ar3a citato ,sencondo me và fatto tenendo presente che le americane sono senz'altro più coerenti timbricamente e non tendono a chiudere la scena anche quando il volume sale , sono dotate di una precisione spettacolare, ma vanno ascoltate con volumi direi abbastanza sostenuti, mentre le Ditton possono coinvolgere anche e sopratutto a volumi modesti restituendo un messaggio sonoro avvolgente e godibilissimo.
avatar
arcero

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 04.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Celestion 44

Messaggio Da costino175 il Gio Giu 05, 2014 9:31 am

Sono perfettamente d'accordo quasi su tutto. Nonostante abbia provato molte amplificazioni con le 3a il risultato migliore è quello ottenuto con il pre Audio Note e il finale Rogers Cadet II che, nonostante la ridotta potenza, riesce a smuoverle con un'eccellente musicalità anche a volumi ridotti. Ho provato anche Pre-finale Bryston, HK, Lector VM 200, Vitro Cantus Carillon, Spectral DM 50 e il suo pre. Tuttavia il Cadet è sempre risultato migliore, soprattutto dal punto di vista timbrico e per musicalità. L'abbinamento con le AR è, stando ai canoni audiofili, completamente sbagliato, tuttavia le cose stanno esattamente come ho detto. Ciò confermato anche da numerosi amici che condividono questa passione.
NB Oggi dall'amico Giovanni ascolto del Rogers Cadet III appena restaurato da Pier Paolo e coppia di monitor gold 10" montati in casse autocostruite caricate a tromba. Saprò dire qualcosa.
Buona giornata

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Ven Giu 06, 2014 7:12 am

Da costino175...........Quindi si può formare un impianto con le 44, un integrato Rogers Cadet III e un lettore CD qualsiasi purchè di buona qualità a meno di 1000 euro. Poi ne voglio vedere gente piangere ascoltando questa proposta e pensando alle decine di migliaia di euro spesi per componenti poco musicali........... [/quote] 
E' proprio così, come dici tu. Io ne ho viste di persone appassionate di musica e di impianti hi-fi che dopo aver speso una quantità di soldi rilevante alla fine si sono...convertiti...ai componenti d'epoca!
Non è stato difficile perchè dopo aver fatto i dovuti confronti (benedetti confronti !!) fra elettroniche a valvole ben progettate degli anni d'oro dell'audio con amplificazioni moderne (per es. Conrad-Johnson, Audio Research, Unison Research e via andare) il risultato è stato sempre uno ed uno solo: la vendita di quello che avevano e l'acquisto di apparecchi vintage.
Qualcuno che conosco bene, poi, ha avvertito anche un bel...mal di pancia...pensando ai soldi letteralmente buttati via!
Sarebbe bastato documentarsi, leggere, ascoltare, provare, non avere pregiudizi ed insomma un minimo di cultura dell'hi-fi classico per non "cadere" nella trappola DEI GURU DI TURNO.
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Ven Giu 06, 2014 8:06 am

Le leggendarie CELESTION Ditton 44
 
Le Celestion Ditton 44, sebbene siano diverse tecnicamente dalle Celestion Ditton 66 (Top di gamma a metà anni Settanta), evidenziano un suono del tutto simile. Le 66 infatti hanno oltre al woofer da 12" attivo anche un woofer  passivo con tecnica ABR che aumenta le frequenze basse del diffusore.
Mi spiego meglio: quando ascolti una qualsiasi Celestion serie Ditton capisci subito che si tratti appunto di una Celestion! Il suono potente e lucido al tempo stesso riesce a coinvolgerti in modo veramente totale,nessuna fatica d'ascolto, ottimo equilibrio a tutte le frequenze audio con una gamma media da ...brividi.
 
Le Ditton 44 sono diffusori abbastanza "facili" da interfacciare, soprattutto con apparecchi valvolari; a me piace collegare le Ditton 44 sia con il Leak Stereo 20, 11+11 watts RMS del 1962/1963 che con finali monofonici ROGERS Cadet Mk II del 1962 e ROGERS BABY-DE-LUXE del 1954, entrambi con potenze molto basse dell'ordine dei 6/7 watts RMS.
Come per tutte le casse hi-fi, anche per le Celestion Ditton 44 vale la regola d'oro della posizione in ambiente, che deve essere precisa e corretta. Cosa che comporta una certa attenzione ma se si vuole ottenere un buon compromesso di ascolto, vale la pena provarci, o no?
 
La prima cosa, quella più importante, da dover fare è quella di alzare le Ditton 44 da terra di circa una quindicina di cm. o qualcosa di più.
Occorre fare prove, tante prove per trovare la giusta posizione in altezza. Il grande woofer del diametro di 12" è collocato nel punto più basso della cassa e spinge veramente forte. Alzando il diffusore da terra otterremo una migliore risposta alle frequenze basse eliminando rigonfiamenti e rinforzi vari. Io ho utilizzato per ciascuna cassa una tavoletta di marmo dello spessore di 10 cm. sulla quale sono sistemati quattro piedini di gomma dura e sopra i quali è collocata un'altra tavoletta di marmo dello spessore di 5 cm.
Le mie 44 sono distanziate dalla parete di fondo di circa 45 cm. e dalle pareti laterali di circa 50 cm.
La distanza fra i due diffusori è di 1,45 m., in una stanza di circa 16/17 mq.
 
Paolo 

continua...
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Mer Giu 11, 2014 8:22 am



Da STEREOPLAY del 1976.

Quarant'anni fa le combinazioni consigliate da Stereoplay erano queste: Giradischi DUAL 510, Testina SHURE M91 ED,NAD 90 e CELESTION DITTON 44 !

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Mer Giu 11, 2014 7:22 pm

Ciao
Ho parlato di Celestion 44 e di AR 3a con progettisti italiani e negozianti. Tutti hanno confermato che si tratta di diffusori sorpassati e ormai da gettare nel cassonetto. Addirittura un produttore italiano (amplificazioni valvolari e diffusori di alto prezzo) ha detto che le AR 3a sono diffusori morti.....
Fortunatamente non tutti la pensano così. Ecco che cosa dice la scheda dei 3a pubblicata dal sito Audiocostruzioni
"Diffusori di riferimento assoluto per i loro tempi ma anche adesso sono meravigliosi .... Raffinati , dinamici ma controllati come i migliori diffusori chiusi , se spinti da ampli generosi possono dare grandissime soddisfazioni e non hanno paura di competere con quanto c'è di meglio sul mercato attuale"
Quindi è evidente che molti (interessati) cercano di ribaltare una realtà indiscutibile.


costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Gio Giu 12, 2014 8:15 am

E' proprio come dici tu. Chi cerca di vendere il nuovo, oggi, fa una grande fatica vuoi per la crisi di mercato e vuoi perchè oggetti dal costo...folle non attirano più gli appassionati.
E poi, quale valore musicale possono avere attualmente amplificatori o diffusori se paragonati con quelli storici del passato?
Basterebbe fare confronti seri per ottenere risposte SERIE!
Ma evidentemente il vero vintage procura mal di pancia a molti, dà tremendamente fastidio che se ne parli perchè la sua qualità oggettiva è indiscutibile. Se si hanno le orecchie ed il cervello per ascoltare, allora non ci sono paragoni. Ho recentemente ascoltato SONUS FABER AMATI e Indiana Line Musa, letteralmente un pianto, così per fare due nomi a caso.
Occorre dire pane al pane e vino al vino e cioè fare nomi e cognomi dei guru di turno, dei produttori di turno e dei negozianti di turno che parlano e straparlano senza cognizione di causa.
Poi, ovviamente, ognuno è libero di pensarla come vuole, a me proprio non interessa minimamente.
Certo che io non cambierei mai le mie Wharfedale Airedale o le mie Celstion Ditton 66 con una SOnus Faber!!
Ciao, Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Planar il Dom Giu 15, 2014 11:20 am

Io ho avuto le Ditton 66, che ricordo con dei medio alti entusiasmanti, ed un basso imponente ed a volte un po' lungo, probabilmente a causa delle dimensioni non troppo generose della mia stanza di ascolto, circa 70 metri cubi, mediamente assorbente. Le pilotavo, nel 1976 , con un Quad 33 e due Quad 303J , i monofonici da 90 watt. Le Ditton 44, che ben conosco, hanno un basso meno profondo delle 66, ma più' controllato, ed a mio avviso preferibile. Uno dei migliori diffusori veramente hi-fi mai ascoltati, in senso assoluto, prescindendo da epoca e prezzo. Lasciate perdere la mediocre produzione attuale, ricca di forme ricercate quanto brutte e di finiture tanto sofisticate quanto tendenti a mascherare la mediocrità' sostanziale, e cercate in un buon serio vintage. Tempo fa feci prendere ad un amico, per poche centinaia di euro, un paio di Kef 104, ancora mi meraviglia la naturale musicalità' di quel diffusore.

Planar

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 14.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Dom Giu 15, 2014 12:01 pm

Le Celestion 44 a mio avviso, e questo vuol dire molto, se la battono con le AR 3a quando si ascoltino cantautori, chitarre, piccoli gruppi, voci, e musica jazz. Perdono il confronto soltanto quando si passa a musica orchestrale, da camera o barocca dove il timbro perfetto e l'assoluto aplomb nell'affrontare pieni molto complessi della 3a ha facilmente la meglio, ma avrebbe la meglio anche con il 99% dei diffusori del passato e odierni

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Planar il Dom Giu 15, 2014 12:21 pm

L' AR 3a, come ben sai, e' il diffusore collocato più in alto nella mia personale classifica, non a caso possiedo due coppie di AR 3 e una coppia di 3a. Questi modelli di AR si distinguono dal resto del mondo per essere, come spesso ho affermato, più' simili a strumenti musicali che ad apparecchiature elettromeccaniche. Non a caso le apprezza particolarmente chi ascolta musica classica, barocca, chi frequenta concerti, musicisti classici .

Planar

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 14.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Lun Giu 16, 2014 11:02 am

Ritornando a Celestion, mi incuriosiscono le Ditton 15 che si sono evolute nella 15XR. Dalle fotografie mi pare si evidenzino woofer e passivo leggermente diversi da quelli delle 15 e un nuovo tweeter. All'ascolto, se qualcuno ha avuto modo di compararle, ci sono differenze e se si a favore di quale modello?
Grazie

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Lun Giu 16, 2014 3:19 pm

costino175 ha scritto:Ritornando a Celestion, mi incuriosiscono le Ditton 15 che si sono evolute nella 15XR. Dalle fotografie mi pare si evidenzino woofer e passivo leggermente diversi da quelli delle 15 e un nuovo tweeter. All'ascolto, se qualcuno ha avuto modo di compararle, ci sono differenze e se si a favore di quale modello?
Grazie

Le Ditton 15 sono diffusori meravigliosi...perchè sono costruiti in modo eccellente, impiegano componenti di alta qualità e suonano, suonano, suonano!
Le Celestion Ditton 15 XR sono l'evoluzione, cambia il woofer ed il tweeter. Come funzionano? Direi che quando si confrontano due oggetti ben fatti, la differenza è, secondo me, ininfluente.
Il suono comunque delle XR è del tutto simile alle Ditton 15, prima serie, un gran bel suono.
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Dom Ago 03, 2014 1:50 pm

Da alcuni giorni ho rimesso in funzione le Celestion 44 mettendo temporaneamente a riposo le AR 3a, avevo voglia di ritrovare il loro suono. In effetti le 44 con il Rogers Cadet II riescono ad esprimersi al massimo con un suono velocissimo, fine e nervoso (nel senso buono del termine). Eccellente la timbrica come la ricostruzione spaziale dell'immagine. Mi piacerebbe molto poter provare le 66 ..................

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Lun Ago 04, 2014 10:25 am


 
costino175 ha scritto:Da alcuni giorni ho rimesso in funzione le Celestion 44 mettendo temporaneamente a riposo le AR 3a, avevo voglia di ritrovare il loro suono. In effetti le 44 con il Rogers Cadet  II riescono ad esprimersi al massimo con un suono velocissimo, fine e nervoso (nel senso buono del termine). Eccellente la timbrica come la ricostruzione spaziale dell'immagine. Mi piacerebbe molto poter provare le 66 ..................  
 
Grandissimo suono di un grandissimo diffusore!
La Ditton 44 è una cassa "senza tempo" e secondo me non ci si stancherà mai di ascoltarla.
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Lun Ago 04, 2014 7:21 pm

Ormai le 44 vanno per i 40, sarebbe il caso di dare una controllata ai condensatori dei cross-over? E se si, quali sono i componenti sostitutivi migliori'

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Mar Ago 05, 2014 9:22 am

costino175 ha scritto:Ormai le 44 vanno per i 40, sarebbe il caso di dare una controllata ai condensatori dei cross-over? E se si, quali sono i componenti sostitutivi migliori'

E' vero, oramai le Celestion Ditton 44 hanno sulle "spalle" una quarantina d'anni ma...se suonano ancora bene le lascerei stare così, nello stato in cui si trovano. Altro discorso se si avverte qualche problema.
Io, nelle mie due coppie di 44, non ho mai sostituito nulla, funzionano molto bene e per il momento non vedo interventi da eseguire.
Ciao.

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Mar Ago 05, 2014 9:46 am

Riporto alcuni estratti di commenti che si scrivono all'estero sulle DITTON 44, potrebbe essere interessante:
 
“Celestion Ditton 44 are the best!”
Written on: 29/05/2014 by Maddox235 (1 review written)
I've got a pair from my grand father some days ago, though to put them on ebay, until i plug them in my own sound system, usually i am a full bose enthusiast, (bose 301 serie 1 and 3) and i nearly fell in tears. the sound is astonishing ! The wooden case were a little beat up but after some love and furniture polish the wood finish is amazingly great! with some gold reflects, they are amazingly nice for the eye! The front grills are not anymore fresh, the spongy had passed to dust long time…
 
“CELESTION THE LEGEND LIVES ON BEAUTIFUL AND SMOOTH ”
Written on: 10/05/2013
I have two sets of the amazing 44s. One set has been in my life for 28 years and has large domes on the bass units with the ROLA LTD badge on the back at the top of the box the other has the smaller domes and lived with me for about 15 years. Both sets look identical with full wood finish apart from dome size. There sound is unfailingly faithful to bring joy to my ears the midrange vocals are perfect on jazz, Eva Cassidy & Nora Jones and rock music too. I run my two sets on the Marantz pm 350…

“Fantastic 3 way speakers still”

Written on: 17/04/2013
I have purchased a pair of these truly wonderful speakers. I paid over the odds (so I thought) but on collection it was if the had just come out of the boxs. I was chuffed! & even happier once connected. My amplifier was always on the bright side but these smoothed everything out with warmth & detail + true bass. I had previously thought to get this sound I would have to spend a small fortune, so if you get a chance to hear or buy them Go for it!…
 
“A Blast from the past!”
Written on: 01/02/2013 by Drastic (15 reviews written)
The Celestion Ditton 44 is a true three way design using a 12” base drive, a 6” mid & a HF-2000 tweeter, (or the HF-1300 on some units). Note No ABR was used in the 44. Power handling was linked to the model number in this range, so Ditton 44= 44 watts (rms) however the mk2 version was listed as being rated up to 100w ( likely peak). The mk2 version had a slightly different crossover, which was not as highly regarded as the original crossover. However the Mk1 crossover used five of the…

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Gio Ago 07, 2014 9:48 am

Da Andrea (ferro) del 6 agosto 2014 -  Argomento spostato da AR 
Le Celestion Ditton 44 sono da ieri pomeriggio nella sala di casa mia!
Ho deciso per le 44 e sono arci contento perchè, già collegate ai miei Leak TL12 Plus, mi hanno impressionato fin dal primo istante di musica.
Le ho trovate non lontano da dove abito, vicino a Ravenna, da una persona che mi ha fatto un prezzo onesto, pensavo di più sinceramente, visto le ottime condizioni generali delle casse e quindi non ho resistito (euro 450).
Le ascolterò bene in questi giorni di ferie, sono capitate per me proprio nel momento giusto e me le gusterò con i miei brani preferiti.
La cosa che mi ha colpito, anche se sia troppo presto per fare commenti, è la grande facilità di riproduzione, davvero esaltante.
Hanno le griglie nere e quindi sono uguali a quelle postate in foto nella sezione Celestion 44.
Buoni ascolti valvolari a tutti, visto che ancora non fa troppo caldo.
Ciao,
Andrea
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da ferro il Mar Ago 26, 2014 10:24 am



Le mie Celestion Ditton 44 !!
Una riproduzione eccellente, a tutti i livelli di ascolto.
Sono 20 giorni che le ascolto collegate ai miei Leak TL 12 Plus e le mie impressioni sono magnifiche. I finali Leak, dotati di una trasparenza unica e di un equilibrio fantastico, pilotano le 44 con una disinvoltura stupefacente. Ho ascoltato recentemente "The mask and mirror" (1994) di Loreena McKennitt, una voce soave e potente, e l'emozione è stata forte; la sua voce infatti si espandeva nell'ambiente con una grazia celestiale, proprio come lo sono le Celestion.
Con me c'era un amico che è rimasto di stucco, che bello... non aveva mai ascoltato un Leak e tantomeno le Celestion! Quindi, dalla faccia che faceva, si capiva benissimo che l'ascolto lo emozionova molto. Lui possiede Audio Research, pre e finale, e diffusori Sonus Faber Cremona ma quando se ne è andato, dai commenti fatti, ho avuto l'impressione che stesse rimuginando qualcosa.

Ciao, Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 200
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Mar Ago 26, 2014 5:41 pm

Eppure se parli delle Celestion (ma anche delle AR) in certi ambienti hi fi ti sentirai dire che sono vecchie e superate. Io sono d'accordo con te, resta il fatto che non so mai se ascoltare Ar o Celestion

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Paolo51 il Gio Ago 28, 2014 4:56 pm

costino175 ha scritto:Eppure se parli delle Celestion (ma anche delle AR) in certi ambienti hi fi ti sentirai dire che sono vecchie e superate. Io sono d'accordo con te, resta il fatto che non so mai se ascoltare Ar o Celestion

Molti non sanno, molti non conoscono e non hanno mai sentito un diffusore con i "cosiddetti attributi" come lo possono essere le varie CELESTION o AR. E' vero ciò che dici perchè, come ho sottolineato più volte, molti sono pieni di pregiudizi. Brutta malattia il... PREGIUDIZIO, ovvero il giudizio dato a priori senza cognizione di causa!
In quanto al dilemma AR o CELESTION, ti devo dire che sia un gran bel dilemma.


Ciao, Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 919
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da costino175 il Lun Ott 13, 2014 6:29 pm

Ora sto costruendo le nuove griglie per le 44 che si erano deteriorate mentre il resto dei diffusori è perfetto. Approfitterò dell'occasione, appena ultimate, per rimetterle in funzione e postare le foto del lavoro

costino175

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da ferro il Gio Ott 16, 2014 4:38 pm

costino175 ha scritto:Ora sto costruendo le nuove griglie per le 44 che si erano deteriorate mentre il resto dei diffusori è perfetto. Approfitterò dell'occasione, appena ultimate, per rimetterle in funzione e postare le foto del lavoro

Meravigliose le Ditton 44. Quando hai le foto inseriscile così ci delizieremo.
Ho ascoltato diverse amplificazioni a valvole ma le Celestion Ditton 44 sono capaci di offrire musicalità, tanta musicalità con i Leak TL 12 Plus, a parer mio. Ciò non toglie che questi straordinari diffusori suonino in modo divino anche con altri finali, sempre a tubi però. I vari Leak (ne ho ascoltati alcuni come Stereo 20, TL 25Plus, TL 10.1) sanno dare un dettaglio ed una corposità eccellente alla musica riprodotta.
Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 200
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CELESTION Ditton 44

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum