AR - Acoustic Research

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da ferro il Lun Lug 28, 2014 3:01 pm

 
Grazie della segnalazione. Contatterò il venditore perchè mi sembrano veramente in ottima condizione. Poi hanno un prezzo buonissimo, dove trovi oggi diffusori di questo calibro per 400 euro? L'unico problema rimane la spedizione, vedrò come sistemare la cosa.
Ciao, Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Mer Ago 06, 2014 4:16 pm

Complimenti per l'acquisto. Facci sapere come proseguono le cose, magari ci spostiamo sul thread "Celestion 44"

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da BornKing il Lun Ago 18, 2014 11:55 am

Ciao a tutti.
ho letto con interesse le informazioni sulle AR e sulle Ditton 44 e 66...
Mi chiedevo se qualcuno sapesse dirmi qualcosa sulle AR 98ls
e se possono essere abbinate con buoni risultati allo stereo 20.
Anche perchè mi è sembrato di capire che le ar in genere richiedono una certa potenza
e sono un carico difficile da pilotare.
Al momento ascolto con le Rogers JR 149 e sono abbastanza soddisfatto, ma il bello è anche
cercare nuove esperienze soniche ,quindi volevo sapere se valeva la pena di mettere a posto le Ar 98 ls o risparmiare soldi per approdare su celesti lidi...

avatar
BornKing

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 22.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Lun Ago 18, 2014 7:10 pm

Ciao
Non conosco le AR 98 LS, probabilmente sono delle buone casse, tuttavia preferirei sempre acquistare qualcosa che abbia fatto la storia del marchio, dalle 3a alle Lst alle 6. Infatti, come puoi vedere, anche per celestion si parla molto delle 44 e delle 66, mentre nessuno si ricorda delle 44 II e 66 II (mi pare entrambe con il passivo posteriore). Lo stesso succede per altri marchi storici come Advent, o Wharfedale e altri. Per quanto riguarda il pilotaggio, io uso le 3a con il Cadet II e, se non ascolti a volumi molto alti è sufficiente, quindi per analogia lo Stereo 20 dovrebbe andare ancora meglio. Ho fatto confronti con diverse amplificazioni a SS come Spectral, Lector, Bryston, Harman Kardon ma alla fine dal punto di vista timbrico il Cadet è sempre risultato migliore

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da ferro il Mar Ago 19, 2014 10:39 am

Le AR 98 LS sono della prima metà degli anni ottanta, se non ricordo male, 1984/1985. Le ho ascoltate anni fa in un negozio di hi-fi usato e mi sembra che il prezzo non fosse molto alto. Possiedono un woofer da 12" come quasi tutte le AR ed il suono è caratterizzato da una grande spinta sui medio bassi.
Hanno anche un tweeter particolare. Se le hai già come sembra, conviene sistemarle, sempre se i danni non siano rilevanti.
Ciao, Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da BornKing il Mer Ago 20, 2014 4:03 pm

Grazie Costino e Andrea,
le ar 98 ls in mio possesso ,forse perchè non le uso da tanto, o per qualche altro motivo ,suonano un pò chiuse in medio alto, tanto che mi sembra di sentire troppo il basso... potrebbe dipendere dai condensatori dei filtri? (la ribordatura fatta 3 0 4 anni fa tiene ancora bene!)
avatar
BornKing

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 22.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Mer Ago 20, 2014 8:04 pm

Ciao
Le serie successive a quella della 3a, a partire dalla 10 Pigreco, dovrebbero avere un suono piuttosto aperto. Comunque dovrei avere da qualche parte una prova pubblicata da Suono. Appena riesco a trovarla, se ti interessa, te la posso fare avere.

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da BornKing il Gio Ago 21, 2014 7:14 am

Si grazie, giusto per capire se vale la pena lavorarci su.
avatar
BornKing

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 22.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Dom Ago 24, 2014 9:47 am

Ciao Bornking, ricordavo male, la prova è uscita su Stereoplay se mi fai avere il tuo indirizzo mail appena posso te la invio

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Amadeus il Gio Set 11, 2014 9:14 am

Considerazione sulle casse AR: a me non piacciono le AR 10 PI-GRECO. Non le ho mai digerite. E si che all'epoca costavano e molto e molto si parlava di questi diffusori che producevano un suono abbastanza insulso. Ma come al solito tutti prendevano per oro colato quello che dicevano la carta stampata ed i negozianti, che pur di vendere cavalcavano la strada dell'ignoranza e della malafede.
Amadeus.
avatar
Amadeus

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

AR

Messaggio Da costino175 il Gio Set 11, 2014 10:46 am

Amadeus ha scritto:Considerazione sulle casse AR: a me non piacciono le AR 10 PI-GRECO. Non le ho mai digerite. E si che all'epoca costavano e molto e molto si parlava di questi diffusori che producevano un suono abbastanza insulso. Ma come al solito tutti prendevano per oro colato quello che dicevano la carta stampata ed i negozianti, che pur di vendere cavalcavano la strada dell'ignoranza e della malafede.
Amadeus.
Hai mai ascoltato le 3a o le LST?

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Amadeus il Gio Set 11, 2014 3:38 pm

costino175 ha scritto:
Amadeus ha scritto:Considerazione sulle casse AR: a me non piacciono le AR 10 PI-GRECO. Non le ho mai digerite. E si che all'epoca costavano e molto e molto si parlava di questi diffusori che producevano un suono abbastanza insulso. Ma come al solito tutti prendevano per oro colato quello che dicevano la carta stampata ed i negozianti, che pur di vendere cavalcavano la strada dell'ignoranza e della malafede.
Amadeus.
Hai mai ascoltato le 3a o le LST?

Si, si le ho ascoltate. E' da un bel pò di decenni che ascolto apparecchi hifi. Riguardo le AR LST o le AR 3a posso dire di conoscerle e di averle ascoltate parecchie volte, sia all'epoca nei primi anni stettanta che anche dopo. Io parlavo delle AR 10 PI-GRECO che sono uscite dopo le AR sopracitate. Vado a memoria, ma le AR 3a sono fine anni sessanta mentre le AR LST sono dei primi settanta, abbastanza coeve le une alle altre. Il suono è diverso dalle PI-GRECO, molto meglio, non c'è dubbio. Le LST poi utilizzano il woofer da 12 pollici, quattro altoparlanti midrange e quattro tweeters delle 3a e l'impostazione sonora, infatti, si assomiglia anche se risulta più energetica. Quello che secondo me, per esempio, presentava problemi era il posizionamento delle LST, troppo basse ed a forma atipica per collocarle bene.
Amadeus.
avatar
Amadeus

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Gio Set 11, 2014 6:42 pm

Amadeus ha scritto:
costino175 ha scritto:
Amadeus ha scritto:Considerazione sulle casse AR: a me non piacciono le AR 10 PI-GRECO. Non le ho mai digerite. E si che all'epoca costavano e molto e molto si parlava di questi diffusori che producevano un suono abbastanza insulso. Ma come al solito tutti prendevano per oro colato quello che dicevano la carta stampata ed i negozianti, che pur di vendere cavalcavano la strada dell'ignoranza e della malafede.
Amadeus.
Hai mai ascoltato le 3a o le LST?

Si, si le ho ascoltate. E' da un bel pò di decenni che ascolto apparecchi hifi. Riguardo le AR LST o le AR 3a posso dire di conoscerle e di averle ascoltate parecchie volte, sia all'epoca nei primi anni stettanta che anche dopo. Io parlavo delle AR 10 PI-GRECO che sono uscite dopo le AR sopracitate. Vado a memoria, ma le AR 3a sono fine anni sessanta mentre le AR LST sono dei primi settanta, abbastanza coeve le une alle altre. Il suono è diverso dalle PI-GRECO, molto meglio, non c'è dubbio. Le LST poi utilizzano il woofer da 12 pollici, quattro altoparlanti midrange e quattro tweeters delle 3a e l'impostazione sonora, infatti, si assomiglia anche se risulta più energetica. Quello che secondo me, per esempio, presentava problemi era il posizionamento delle LST, troppo basse ed a forma atipica per collocarle bene.
Amadeus.
Sono perfettamente in accordo con te. Ho posseduto le 10 Pigreco per 10 anni, dall'81 al 91, poi le ho date via senza rimpianti. Due anni fa casualmente ha trovato una coppia di 3a e mi si sono aperti nuovi orizzonti. Il problema semmai è quello dell'abbinamento con l'amplificatore, soprattutto dal punto di vista timbrico; infatti, non ascoltando a volumi elevati, utilizzo con piena soddisfazione un finale Rogers Cadet II (anche se pare un'eresia), mentre amplificatori ben più muscolosi, come Bryston, Spectral, Lector ecc. hanno sempre fatto rimpiangere in qualche modo la timbrica e l'ariosità del piccolo valvolare

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Mer Ott 08, 2014 10:51 am

Ritorno sull'argomento interfacciamento delle AR 3a perchè, casualmente, ho avuto modo di provarle collegate ad un amplificatore Tektron push pull di 300b di soli 16 w/ch. Sono rimasto stupito dall'estrema raffinatezza espressa da questa combinazione, sembra che le 3a non abbiano limiti in questo e anche in altri parametri come musicalità e microdinamica. Quindi confermo la mia preferenza di amplificatori valvolari accoppiati alle 3a, salvo ricredermi se dovessi trovare qualcosa di veramente musicale con tanti watt. Purtroppo dubito che ciò possa accadere.

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Paolo51 il Sab Ott 11, 2014 4:29 pm

costino175 ha scritto:Ritorno sull'argomento interfacciamento delle AR 3a perchè, casualmente, ho avuto modo di provarle collegate ad un amplificatore Tektron push pull di 300b di soli 16 w/ch. Sono rimasto stupito dall'estrema raffinatezza espressa da questa combinazione, sembra che le 3a non abbiano limiti in questo e anche in altri parametri come musicalità e microdinamica. Quindi confermo la mia preferenza di amplificatori valvolari accoppiati alle 3a, salvo ricredermi se dovessi trovare qualcosa di veramente musicale con tanti watt. Purtroppo dubito che ciò possa accadere.

All'epoca tanti diffusori come le AR 3a, le Advent Loudspeaker, le Allison One, le Celestion Ditton 66, ecc, erano "mortificati", per così dire, dall'interfacciamento con elettroniche a SS non ben suonanti.
Troppo spesso si aveva l'impressione di un suono stereotipato, chiuso, poco trasparente e le AR 3a erano fra i diffusori peggio sonanti, secondo me. In questi ultimi decenni, con la riscoperta delle elettroniche a valvole da parte degli appassionati, si è anche riscoperto il suono di quelle casse sottostimate. Si era convinti che occorressero tanti watts, molti watts dell'ordine dei 50, 100 watts e più per SMUOVERE i coni dei woofer !! Incredibile ma VERO !!
Invece bastano 5/10 watts per far volare diffusori come AR, appunto. Non mi sorprende quello che dici perchè è proprio così.
Una nota a margine sulle valvole triodo 300B. Se l'elettronica, e quindi il progetto, su cui devono funzionare questi triodi è fatta come DIO comanda allora si otterranno buoni risultati, fermo restando che costruire un trasformatore con gli attributi e che non saturi per le 300B risulti un'impresa ardua. Grandi medi, grande trasparenza sugli alti, buon controllo sui bassi ma.....se il carico (vedi il diffusore) non è propriamente quello DESIDERATO da tali triodi, il suono si siede.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Sab Ott 11, 2014 8:01 pm

Il PP di 300b costruito dalla Tektron devo dire che non si siede. Rispetto al suono del Rogers ottengo un incremento dei bassi, si percepiscono piccolo particolari prima nascosti e in effetti le medie sono sontuose. Noto anche che il Rogers è a mio avviso più veloce, comunque se consideriamo i costi il Cadet II rimane una scelta comunque vincente e il suo suono appare incredibilmente buono.

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Paolo51 il Lun Ott 13, 2014 9:27 am

Quando ho parlato...del SUONO CHE SI SIEDE...ho affermato un fatto che purtroppo accade spesso con amplificazioni monotriodo o in push-pull di triodi oppure in SEPP,ecc,ecc., ma se il progetto è fatto con gli "attributi", allora si potranno ottenere buoni risultati.
Non metto in dubbio che il Tektron 300B suoni bene anche se io ho avuto esperienze negative con tali amplificazioni. O meglio, un mio conoscente le ha avute. Il finale integrato con valvole triodo 2A3 che aveva acquistato ha rivelato problemi non da poco, vedi il trasformatore di alimentazione bruciato. Evidentemente non era stato progettato e surdimensionato bene al fine di alimentare le valvole del circuito. Ho dovuto sostituire anche tutte le vavole presenti e impiegare tubi di più alta qualità sonica.
Detto questo, io penso che sia alquanto difficile progettare un trasformatore per valvole TRIODO ben fatto ed il più delle volte l'insieme risente fortemente del carico. Cosa che non accade mai con circuiti lineari in push-pull i circuiti ultralineari in push-pull come quelli classici storici, vedi RADFORD, MARANTZ, LEAK, ROGERS, PYE, ARMSTRONG, QUAD, FISHER, PILOT, DYNACO, ecc.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da ferro il Lun Ott 20, 2014 8:34 am

Pochi watt ma watt buoni. Questo è il mio pensiero suffragato anche dal fatto che dopo aver posseduto ed ascoltato diversi amplificatori, ho sempre ottenuto riscontri eccellenti con quelle elettroniche di basso wattaggio che avevano un "cuore" molto raffinato. Poi, 50 o 100 watt a valvole a cosa servono nelle nostre sale che mediamente sono 5x4 o 5x6?
Prima di decidere di acquistare le Ditton 44 o le AR3a, avevo provato questi diffusori collegati con i miei Leak TL 12 Plus, potenza massima 11-12 watt. Entrambi suonavano molto bene e le pressioni ricavate nel mio ambiente erano potenti e piene di energia. Solo con pochi watt a disposizione. Poi ho optato per le Ditton 44 e non mi sono pentito perchè reputo le Celestion più raffinate delle AR3a con una maggior trasparenza e pulizia generale del suono. Ciao.
Andrea.
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Paolo51 il Lun Ott 20, 2014 9:36 am

ferro ha scritto:Pochi watt ma watt buoni. Questo è il mio pensiero suffragato anche dal fatto che dopo aver posseduto ed ascoltato diversi amplificatori, ho sempre ottenuto riscontri eccellenti con quelle elettroniche di basso wattaggio che avevano un "cuore" molto raffinato. Poi, 50 o 100 watt a valvole a cosa servono nelle nostre sale che mediamente sono 5x4 o 5x6?
Prima di decidere di acquistare le Ditton 44 o le AR3a, avevo provato questi diffusori collegati con i miei Leak TL 12 Plus, potenza massima 11-12 watt. Entrambi suonavano molto bene e le pressioni ricavate nel mio ambiente erano potenti e piene di energia. Solo con pochi watt a disposizione. Poi ho optato per le Ditton 44 e non mi sono pentito perchè reputo le Celestion più raffinate delle AR3a con una maggior trasparenza e pulizia generale del suono. Ciao.
Andrea.

Caro Andrea, d'accordo sulla qualità sopraffina delle Ditton 44 e non solo (vedi Ditton 66, 15,ecc.) ma dovresti ascoltare anche Tannoy e Wharfedale per renderti veramente conto di che cosa siano in grado di fornire questi diffusori della vera tradizione inglese!! Le Celestion Ditton sono fantastiche (e te lo dice uno che ama moltissimo Celestion...) e non si capisce come oggi molti appassionati non le conoscano bene e spendano cifre esagerate per diffusori come Sonus Faber, Wilson Audio, Focal, e via andare. Secondo me prima di emettere giudizi assolutisti si dovrebbe ascoltare e ascoltare e ascoltare quei diffusori che furono costruiti in un epoca in cui i progettisti non erano solamente imprenditori-commercianti ma anche veri appassionati ed innamorati del suono riprodotto.
D'accordissimo sul basso wattaggio dell'elettroniche a tubi per la loro ineguagliabile raffinatezza sonica.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da ferro il Lun Ott 20, 2014 4:23 pm

Ovviamente si, prima di dare giudizi frettolosi dettati dalla non conoscenza specifica di componenti hi-fi bisognerebbe aver avuto modo di fare esperienza diretta. Ma, dove li trovi facilmente diffusori del calibro di Tannoy York o Lancaster, quì da noi. Magari conoscendo qualche appassionato che li possiede, perchè nei negozi non solo non li conosce quasi nessuno ma non li hanno.
La mia esperienza con Tannoy è stata quella dell'ascolto delle piccole Monitor Gold III lz a casa di un conoscente in quel di Cesena. Gran bel suono, me lo ricordo davvero bene. Erano collegate con un Radford STA 15. Precisione, trasparenza, dettaglio, insomma un suono ben riuscito.
Andrea.
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Lun Ott 20, 2014 8:09 pm

Ho la fortuna di poter ascoltare un buon numero di diffusori d'epoca, miei e degli amici del gruppo di Loano: AR 3a, Celestion 44, AR 3, Tannoy Lancaster Corner, Tannoy III LZ e Cheviot, Leak 2030. Ovviamente ciascuno di noi ha una sensibilità e un gusto propri, quindi posso dirti quale è la mia personale graduatoria: al primo posto metterei le AR 3, le 3a e le Lancaster. Le 3a le conosci, le tre sono diverse dalle 3a, somigliano più a casse elettrostatiche con un basso profondissimo, le Lancaster sono completamente diverse ma altrettanto buone. Sono velocissime, suonano in maniera naturalissima pur essendo molto aperte . Al secondo posto metterei le Celestion 44 e le III LZ, anch'esse diverse, più estese nella risposta in frequenza, dinamiche e capaci di suonare piuttosto forte le 44, con un medio di altissima qualità, le III LZ più asciutte, radiografanti e allo stesso tempo naturali.
Se potessi scegliere affiancherei le Lancaster alle mie 3a e 44. Purtroppo non ho esperienza dirette con i modelli vintage di Wharfedale

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Amadeus il Mar Ott 21, 2014 10:19 am

Secondo la mia esperienza con gli ascolti, posso dire che il fattore soggettivo è predominante. Premesso il valore intrinseco di ogni singolo componente, cioè l'oggettiva qualità costruttiva, il risultato  è determinato in buona parte dall'ambiente e dall'interfacciamento delle varie elettroniche con i diffusori ma, come dicevo sopra, il fattore soggettivo (e qui intendo la propria sensibilità, la propria cultura musicale, il proprio grado di soddisfazione nell'ascoltare questo o quel dato tipo di musica) è fondamentale.
L'impianto che piace a me, anche se di eccelsa qualità, non necessariamente piacerà a qualcun altro. Le variabili sono pressochè infinite.
Amadeus.
avatar
Amadeus

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da costino175 il Mar Ott 21, 2014 11:41 am

Non posso che darti ragione. Pensa che avevo ascoltato dall'amico Giovanni una coppia di III LZ e ne ero rimasto entusiasta, così ne ho reperito una coppia bellissima da Top Knot. Purtroppo quando sono arrivate ho dovuto constatare che nel mio ambiente il risultato non era il medesimo e devo dire non mi sono piaciute. Restando sempre nel giro le ho passate all'amico Silvio e ora suonano splendidamente a casa sua.

costino175

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 27.05.14
Età : 65
Località : Loano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Paolo51 il Gio Nov 20, 2014 4:45 pm



AR 3 - Leak TL 12 PLUS

Ho trovato nel mio archivio questa vecchia foto che ritrae la AR 3 e sopra il Leak TL 12 PLUS.
La mia coppia di AR 3 era collegata ai Leak TL 12 Plus ed era un bel suono. I piccoli gioielli di Casa Leak pilotavano alla grande i diffusori con i loro 10/12 watts massimi di potenza, solo pochi watts ma musicalissimi !!

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Paolo51 il Sab Set 19, 2015 4:04 pm




AR 6


In foto le belle ed ottime AR 6 dell'amico e forumer Carlo (costino175).
In seguito su questo forum ci posterà le sue impressioni di ascolto.
Buoni ascolti vintage...

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: AR - Acoustic Research

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum