Pre Vintage, che passione!

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Mar Giu 24, 2014 8:15 am

Pre vintage, che passione !
 
I fantastici preamplificatrori Vintage dell Hi-fi Golden Age.
 
Verranno riportati sulle pagine del forum i migliori preamplificatori vintage che hanno lasciato un "segno" indelebile nel panorama audio internazionale e che attualmente sono ancora utilizzati con soddisfazione e ricercatissimi da tanti appassionati di musica, me compreso ovviamente!
 
La maggior parte di questi preamplificatori d'epoca sono stati impiegati in molti anni di passione vintage nelle mie diverse combinazioni di ascolto.
I nomi appartengono al gotha dell’hi-fi mondiale e fanno parte di quel vintage classico che amo particolarmente per i suoi connotati di alta costruzione, qualità dei componenti e grandissima musicalità. Il periodo storico nel quale sono collocati è quello della famosa Hi-fi Golden Age e cioè quel ventennio che inizia nei primissimi anni cinquanta e finisce alla fine degli anni sessanta.
Rappresentano due decenni storici perché hanno visto nascere apparecchi che hanno gettato le basi per la futura industria dell’audio e che difficilmente sono stati eguagliati in seguito. La musicalità e le performances di tali preamplificatori sono di assoluto livello qualitativo ed ancora oggi si possono utilizzare al meglio collegati sia a sorgenti analogiche che a quelle digitali.
L'elenco che riporto, che non è per ordine di importanza o di qualità, ma quello nell'ordine in cui i preamplificatori verranno descritti:
 
-  MARANTZ 7 - 7C
-  MARANTZ 7 T
-  RADFORD SC-22 - SC-22 P
-  LEAK VARISLOPE STEREO
-  DYNACO PAS 3-X
-  QUAD 22
-  HARMAN KARDON CITATION I
-  MC INTOSH  C – 20
-  FISHER 400 CX – 2


Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Mer Lug 02, 2014 2:29 pm




 
MARANTZ 7 - Fantastic Sound!
 
La Marantz è stata  una delle più rinomate ed importanti aziende audio fin dagli albori dell’alta fedeltà. Negli anni cinquanta e sessanta ha prodotto elettroniche a valvole di altissima scuola le quali sono state veri riferimenti in hi-fi ed il preamplificatore in oggetto, considerato molto probabilmente il miglior preamplificatore mai costruito, ne è l’espressione massima.
Il MARANTZ 7 è un apparecchio molto versatile e di ottima costruzione.
Impiega sei valvole doppi triodi 12AX7 / ECC83, consigliate le Mullard, Brimar e Telefunken (nell'ordine in cui le ho scritte).
L’anno di produzione è il 1959 ed è stato immesso sul mercato subito dopo l’avvento della stereofonia.
E' stato costruito come partner del Marantz 8 B, finale stereo della potenza di 35+35 watts RMS per canale, ed insieme hanno formato una delle coppie più celebri mai viste in hi-fi!
E' completissimo sia negli ingressi che nelle uscite ed offre una eccezionale versatilità d'impiego; è autoalimentato e si può trovare con ingresso a 115 Volts (tensione americana) oppure con ingresso europeo a 220 Volts. Il design di questo apparecchio è notevole, soprattutto nella forma del suo pannello frontale realizzato in metallo satinato color champagne e tipico di tutti gli apparecchi Marantz che seguiranno, i Marantz VERI!
Il suono è all'altezza dei migliori pre  della tradizione della casa americana e le prestazioni sono di assoluto livello.
Un capolavoro sia di tecnica che di sonorità tuttora insuperato.
What Else...!
 

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Lug 10, 2014 10:05 am


 
RADFORD  SC–22 - Fantastic Sound!
 
Radford è diventato negli anni sessanta un brand assai famoso dell’audio britannico e ben presto anche un nome leggendario in campo mondiale, guadagnandosi una fama ineguagliabile.
Una pietra di paragone, quindi, ed un riferimento assoluto per la bontà dei suoi apparecchi a valvole, esportando il British Sound oltre i confini nazionali e raggiungendo mete molto ambiziose di perfezione.
Con l’ introduzione della famosa Serie 3, la Radford conosce il suo momento più significativo ed esaltante; a partire dal 1963 fino al 1965 immette sul mercato alcuni apparecchi destinati agli appassionati più esigenti e precisamente due preamplificatori stereo siglati SC 22 e SC 2, due finali monofonici Radford MA 15 e MA 25 e due finali stereofonici Radford STA 15 e STA 25.

Il pre Radford SC 22, commercializzato nel 1964, si è subito affermato in campo audio per le sue eccellenti doti di elevata qualità. E' un pre di ottima ingegnerizzazione e adotta soluzioni circuitali sofisticate unite ad una raffinata concretezza sonica.
Il suo circuito è completamente controreazionato e presenta due transistors planari nel primo stadio e quattro valvole doppi triodi ECC 83/12AX7 negli altri due stadi.
Ottima flessibilità d'impiego con ingressi e uscite molto completi e cablaggio ordinato per mezzo di tre schede di bachelite che separano i tre stadi del circuito; rifiniture eleganti ed estetica molto sobria con una razionale disposizione dei vari comandi sul pannello frontale.
Sono state proposte due versioni identiche di questo preamplificatore, una alimentata dal suo finale ed una autoalimentata per mezzo di un trasformatore posto al suo interno siglata SC 22 P.
 

Paolo


Ultima modifica di Paolo51 il Gio Lug 10, 2014 6:09 pm, modificato 1 volta
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da eziodoc il Gio Lug 10, 2014 3:55 pm

Ciao Paolo,

il pre SC-22 ed il 22P suonano nello stesso modo, nonostante la presenza dell'alimentatore?
In cosa differisce il pre SC 25 dai precedenti due?                                                   
il pre Radford SC-2 é poco/niente nominato perché piú tardivo e meno performante?

Ciao.
Ezio

eziodoc

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 29.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Lug 10, 2014 6:08 pm



RADFORD SC - 2

Il Radford SC-2 è un eccellente preamplificatore. Ha nel suo DNA i medesimi geni degli altri preamp Radford. Ti posso confermare che suoni in modo perfetto.
Sul fatto che sia poco nominato, è certamewnte vero.
Daltronde in Italia, scusami se mi autocito, di Radford ho iniziato io a parlare in modo approfondito e non da ieri ma da decenni.
I miei articoli su questo straordinario marchio inglese (sulle riviste STEREO e SUONO) sono stati oltre una dozzina, dal 1993 fino al 2011!
In quanto al SC-25, esso è una versione Renaissance del SC-22 costruito molti anni dopo. Nel post sopra descritto ho parlato di SC-25 invece di SC-2. Correggo.
Le due versioni del SC-22 ovvero SC22 e SC22-P sono identiche, l'alimentatore di serie (che si può inserire benissimo anche nel preamp "normale") non influisce sul risultato sonico generale.
Semmai esistono 2 versioni leggermente del SC-22 per quanto concerne il pannello frontale dove alloggiano i comandi.

Paolo

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da eziodoc il Gio Lug 10, 2014 6:45 pm

Scusa ma sono molto curioso:
in cosa differisce l'SC-2 dal 22? Piú giovane, piú antico, differente nella circuitazione, nelle valvole montate?

Ciao
Ezio

eziodoc

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 29.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Ven Lug 11, 2014 9:44 am

Le varie elettroniche Radford sono state costruite in un lasso di tempo abbastanza ristretto, dai primi anni Sessanta fino alla seconda metà; in pratica possiamo considerare un periodo che vada dall’anno 1961/62 fino all’anno 1965/67.
Nello specifico la Radford immise sul mercato la prima serie (SERIE 1 e SERIE 2) di pre e finali nel 1962 e poi la riaggiornò a partire dal 1964/65 con la fantastica SERIE III.
Il preamplificatore Radford SC-2 è precedente al SC-22 ed era stato concepito in abbinamento al finale STA-12 Mk II, di 12 watts di potenza, push-pull di EL34 .
Poteva pilotare anche i finali monofonici come il Radford MA-15 Mk II e MA-25 Mk II.
Il circuito presenta soluzioni e prestazioni di alto livello qualitativo, al pari dell' SC-22.
Impiega quattro triodi ECC83/12AX7.
Caratteristiche salienti:
HIGH  GAIN  INPUT BUFFER  AMPLIFIER, alto guadagno in ingresso,
EQUALISATION  STAGE, equalizzazione RIAA,
OUTPUT  CATHODE  FOLLOWER, uscita catodica.
Distorsione inferiore allo 0,05%, sensibilità Phono 4 mVolts.
Il Radford SC-2 (1962) deriva dal pre Radford DSM, altra eccellente unità della ditta di Bristol del 1961. In sostanza è una versione aggiornata del pre DSM che costituiva all’epoca insieme al finale stereo STA-12 una straordinaria accoppiata.
Da segnalare, sempre in questo periodo, un altro preamplificatore, il Radford SC-3, una versione quasi uguale al SC-2 ma dotato di più “facilities” ovvero implementato con più caratteristiche tecniche.

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Ven Lug 18, 2014 4:22 pm


 
DYNACO  PAS  3 - X - Fantastic Sound
 
Il DYNACO PAS 3-X è un ottimo pre molto versatile capace di riprodurre con molta naturalezza i suoni. Costruzione essenziale e ben progettata, affidabilità molto alta.
Il PAS 3-X è il miglior preamplificatore costruito dalla Dynaco (1964), deriva dal PAS 2-X del 1959 e ne riprende sostanzialmente l’impostazione generale.
Il preamplificatore stereofonico DYNACO PAS 3-X venne commercializzato a partire dai primi anni '60 quando la casa americana di Philadelphia era già in auge per la fama ottenuta con i suoi finali monofonici Dynaco Mark II e Mark III.
Rappresenta il top dei pre Dynaco ed è stato considerato nei primi anni Sessanta uno dei più musicali ed affidabili preamplificatori in commercio. In questo apparecchio la Dynaco ha messo a frutto le sue esperienze sforzandosi di riunire i concetti cari alla sua filosofia di progettazione:
basso prezzo di vendita, componenti di qualità e prestazioni eccellenti all'ascolto.
Esteticamente il DYNACO PAS 3-X è molto curato e finemente costruito, con una comoda disposizione dei vari comandi sul pannello frontale e una buona teoria di ingressi PIN RCA, adatti ad ogni situazione, su quello retrostante. Evidenzia un circuito molto ben progettato, è autoalimentato per mezzo del trasformatore ed il relativo circuito di filtraggio con il tubo doppio-diodo-rettificatore 12X4.
Impiega quattro tubi doppi triodi 12AX7 / ECC83 e, come già detto, una valvola rettificatrice di tensione 12X4. Lo schema circuitale presenta  stadi completamente contro reazionati per eliminare disturbi e ronzii vari. Essendo stato prodotto per il mercato Usa, la tensione d'entrata è di 115 volts.
Per quanto riguarda il suono si può notare come ci sia una precisa restituzione timbrica insieme ad una buonissima messa a fuoco dei messaggi sonori; il risultato finale evidenzia un suono analitico nei dettagli e per nulla affaticante.
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Lug 24, 2014 4:09 pm


 
Marantz AUDIO CONSOLETTE
Fantastic Sound!
 
Il Marantz 7 deriva da questo fantastico preamplificatore monofonico: l'eccellente Audio Consolette. Il primo preampificatore di Saul Marantz.
Siamo a metà degli anni Cinquanta e LUI aveva già capito tutto in HI-FI !!
Una domanda semplice:
ma oggi di apparecchi così se ne vedono in giro?
Ma la domanda ancora più imbarazzante è: nei prossimi 50 anni si vedranno ancora preamplificatori così?
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da ferro il Ven Lug 25, 2014 9:41 am

Paolo51 ha scritto:
 
Marantz AUDIO CONSOLETTE
Fantastic Sound!
 
Il Marantz 7 deriva da questo fantastico preamplificatore monofonico: l'eccellente Audio Consolette. Il primo preampificatore di Saul Marantz.
Siamo a metà degli anni Cinquanta e LUI aveva già capito tutto in HI-FI !!
Una domanda semplice:
ma oggi di apparecchi così se ne vedono in giro?
Ma la domanda ancora più imbarazzante è: nei prossimi 50 anni si vedranno ancora preamplificatori così?
 
Paolo
 
Per quella che è la mia esperienza con apparecchi audio del passato, posso rispondere di NO.
Non si vedono da moltissimo tempo e non si vedranno neanche in futuro. Preamplificatori, ma anche finali di potenza, di questa fattura sono oggi improponibili non per il costo ma per il know-how che nessuno possiede.
Infatti oggi la cosiddetta hi-fi di qualità costa molto di più che un Marantz Audio Consolette o un Marantz 7 e non arriva certamente ai livelli del passato audio. Ma le persone audiofile acquistano a prezzi esagerati un Audio Research (scoppiazzati, specialmente i primi modelli, dai Marantz), Conrad Johnson, Audible Illusions e tanti altri spendendo quindi cifre da capogiro, non giustificabili affatto se rapportati alla loro qualità.
E' ora di incominciare a dirle queste cose. Hai ragione Paolo a sottolineare questi fatti.
 
Ciao, Andrea
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Mar Lug 29, 2014 3:27 pm



Harman Kardon CITATION I - Fantastic Sound

La serie di apparecchi CITATION della Harman Kardon ha rappresentato un riferimento assoluto in campo hi-fi.
Il preamplificatore Harman Kardon Citation I era ed è uno dei migliori preamplificatori hi-fi e mostra una costruzione impeccabile, sia dal punto di vista del layout generale che da quello della circuitazione alquanto sofisticata.
Presentato nel 1959, era il pre dedicato al finale di potenza HK CITATION II (con stadio finale di valvole di potenza KT88) con il quale formava una coppia dalle prestazioni eccellenti e presentava un prezzo di acquisto altissimo. Il solo finale Citation II costava $ 230 !
La costruzione del Citation I è molto ben congegnata e robusta, pesa 15 Kg., e dispone di comandi e selettori di equalizzazione completissimi con sei differenti posizioni di turnover e sei posizioni di rolloff come TAPE, RIAA, LP, AES, 78.
Tali combinazioni erano in grado di coprire tutti i parametri di equalizzazione delle registrazioni dell’epoca. Possiede 2 ingressi PHONO, una per dischi “vecchi” ed una per quelli standardizzati più “moderni”.
Il Citation I impiega due stadi di guadagno reazionati per ogni canale per contenere la distorsione.
La sezione alimentatrice è costruita in maniera robusta e procura una tensione anodica per le valvole ottimamente filtrata.
Il circuito è complesso e presenta ben 9 valvole preamplificatrici:
4 tubi doppi-triodi del tipo 12AX7/ECC83 e 5 doppi-triodi 12AT7/ ECC81.
Il pre mostra la particolare sistemazione delle valvole montate orizzontalmente nella parte retrostante del telaio. Questo facilita non poco la loro sostituzione.
Prestazioni soniche di alta qualità, sonorità eccellenti!

Paolo

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da sattwa1 il Mer Ago 06, 2014 4:35 pm

Ciao Paolo, conosci i valori dei parametri (impedenza, sensibilità, gain..) che caratterizzano ingressi ed uscite del Marantz Model 7?
Il service manual non dice molto a riguardo..
Della replica ho trovato in rete:
Input sens/imp. Phono 1,2 1.2 mV/47Kohm; Linea (tranne tape) 140 mV/330Kohm
Output 2V/15V; nessun dato sull'impedenza...

Grazie  Smile 

Fabrizio

sattwa1

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 10.07.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Ago 07, 2014 9:35 am

sattwa1 ha scritto:Ciao Paolo, conosci i valori dei parametri (impedenza, sensibilità, gain..) che caratterizzano ingressi ed uscite del Marantz Model 7?
Il service manual non dice molto a riguardo..
Della replica ho trovato in rete:
Input sens/imp. Phono 1,2 1.2 mV/47Kohm; Linea (tranne tape) 140 mV/330Kohm
Output 2V/15V; nessun dato sull'impedenza...

Grazie  Smile 

Fabrizio
 
Ciao Fabrizio,
hai ragione i manuali dell'epoca non riportano i dati del Marantz 7, anche perchè i preamplificatori erano "dedicati" ai loro finali di potenza e non si avvertiva la necessità di interfacciarli con altri amplificatori, quindi i valori non erano di per sè importanti.
Ti riporto, comunque, alcuni parametri (tratti dai miei documenti sul Marantz) che ti possono interessare:
- Risposta in Frequenza - 20 Hz. - 20.000 Hz.
- Distorsione armonica - 0,02 %
- Noise - sotto gli 80 dB ( - 80 DB)
- Ingresso PHONO - Curva RIAA - 10 mVolts
- Uscita generale - 10 Volts

 
Una nota particolare: il Marantz veniva venduto in due versioni: una con cabinet di legno ed una senza.
Le due versioni riportano le sigle della Marantz:
- Marantz 7 R - Rack Mounted
- Marantz 7 C - Cabinet

 
All'epoca, nel 1960/1961, il Marantz 7 aveva un prezzo di ben 264 dollari !!!

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da sattwa1 il Gio Ago 07, 2014 11:54 am

Grazie Paolo,
gran macchina da musica il model 7! Malgrado sia stato creato come giustamente dici tu per i finali Marantz, Si adatta benissimo anche in contesti diversissimi, anche moderni, non solo elettricamente ma anche timbricamente. Cosa per me impagabile è anche il fatto che suona bene da subito!
Di spettacolare manifattura sono i regolatori di tono, che per quello che ho capito facevano la gran parte del prezzo dell'apparecchio.

Quali valvole consiglieresti? Io al momento uso le JJ ECC803-S ed il risultato è molto gradevole. Avrei anche le Telefunken, ma preferisco lasciarle tranquille  Wink

Fabrizio 

sattwa1

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 10.07.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Ago 07, 2014 3:25 pm

sattwa1 ha scritto:Grazie Paolo,
gran macchina da musica il model 7! Malgrado sia stato creato come giustamente dici tu per i finali Marantz, Si adatta benissimo anche in contesti diversissimi, anche moderni, non solo elettricamente ma anche timbricamente. Cosa per me impagabile è anche il fatto che suona bene da subito!
Di spettacolare manifattura sono i regolatori di tono, che per quello che ho capito facevano la gran parte del prezzo dell'apparecchio.

Quali valvole consiglieresti? Io al momento uso le JJ ECC803-S ed il risultato è molto gradevole. Avrei anche le Telefunken, ma preferisco lasciarle tranquille  Wink

Fabrizio 
 
No Telefunken.
Non perchè le ECC83 Telefunken non siano ottime valvole ma perchè preferisco di gran lunga, sul Marantz 7, le ECC83 MULLARD. Ancora meglio, le CV 4004 Mullard. Notevoli!
Le tue JJ ECC803-S sono valvole di attuale produzione e sono costruite bene, però non raggiungono i livelli delle Mullard.
In quanto all'adattabilità del Marantz 7 con altri finali che non siano Marantz, è certamente verissimo.
Il 7 si adatta con tutti gli amplificatori BUONI, cioè con quelli veri ad alta fedeltà audio.
Io interfaccio il 7 con:
QUAD II
LEAK TL 10.1
LEAK TL 12.1
LEAK TL 12 PLUS
RADFORD STA-15
BEAM-ECHO AVANTIC DL7-35.
Solamente per fare qualche esempio di compatibilità con eccellenti finali hi-fi storici.
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da sattwa1 il Ven Ago 08, 2014 6:59 am

OK, mi metterò subito alla ricerca, anche se con le Mullard non sai mai cosa compri, tra nuove, NOS, rimarchiate, o senza marchio o con altre marche ma con costruite da Mullard e chi più ne ha più ne metta... Per fortuna non ho fretta Wink

Sul Model 7 ho letto che tutte le valvole sono sinergiche, cioè anche quelle dello stadio phono servono allo stadio linea, quindi è importante che siano tutte di qualità.

In particolare leggendo in giro ho trovato che:
V1 V2 V3 servono lo stadio phono
V4 V5 linea 1 e 2 rispettivamente
V6 cathote follower e questa sembra essere estremamente importante


sattwa1

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 10.07.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Ven Ago 08, 2014 10:07 am

Le valvole Mullard si riescono a reperire, dai venditori SERI.
Non importa se siano usate oppure no, perchè comunque devono essere selezionate e testate singolarmente. Essendo doppi-triodi, infatti, sono in pratica due tubi in un unico bulbo di vetro, quindi occorre che ognuna di esse abbia valori e parametri elettrici uguali ed ottimali.
Le Mullard le si riconosce non fosse altro per il loro marchio in fondo al bulbo che riporta il codice alfa-numerico, da cui si evince la genesi stessa della valvola.
In quanto alle valvole del Marantz 7, posso dire che esse siano tutte importanti, come del resto quelle di tutti i preamps. La V6 del circuito del 7, Cathode Follower - uscita catodica e non anodica del segnale, è anch'essa importante perchè è la valvola di uscita del circuito stesso e convoglia tutto il segnale amplificato.
 
@Fabrizio - Se dovessi reperire ECC83 Mullard, inviami delle foto in modo che possa dirti la loro originalità.  
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da sattwa1 il Sab Ago 09, 2014 9:21 am

Geazie Paolo, sempre gentilissimo :-)

sattwa1

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 10.07.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Lun Ago 11, 2014 4:33 pm



 
 
LEAK  VARISLOPE  STEREO - LEAK POINT ONE STEREO - Excellent Sound !  

La Leak, divenuta famosa alla fine del 1948 per la costruzione del suo finale di altissima qualità Leak TL 12 Point-One, ha immesso sul mercato dell’audio apparecchi di altissima scuola per più di un ventennio, dal 1948 al 1969.
Il preamplificatore LEAK VARISLOPE STEREO è la versione successiva del preamplificatore Leak Point-One Stereo (1958), il primo pre stereofonico della Leak. Il Varislope incorporava lo speciale filtro di pendenza VARI-SLOPE che all'epoca era basilare per equalizzare in modo corretto le incisioni discografiche.
E' stato prodotto dal 1960 al 1963 e deve il suo nome alla caratteristica circuitale del particolare filtro a Pendenza-Variabile (Vari–Slope) di cui è dotato.
Con i suoi 3,5 mVolt di sensibilità d’ingresso Phono, si può utlizzare il Varislope anche con il giradischi analogico impiegando testine adeguate (MM) mentre con il CD-Player non esiste nessun problema di sensibilità perché possiamo collegarlo indifferentemente all’ingresso TUNER o EXTRA del preamplificatore, ottenendo sempre un corretto responso musicale. Esiste, infatti, uno SWITCH attenuatore HIGH-LOW che agisce propriamente come filtro passa-alto.
Le valvole impiegate sono quattro pentodi EF86 MULLARD. Come si può notare dalla fotografia, il Leak Varislope Stereo presenta uno straordinario design del pannello frontale, con i vari potenziometri e switch distribuiti in maniera razionale ed intelligente.
Il design di questo pre, un progetto che la Leak aveva affidato al celebre STUDIO LONSDALE HANDS Associates di Londra, è originalissimo ed assai raffinato con le splendide linee orizzontali colore oro su sfondo marrone-rosso scuro.
Il responso musicale del Varislope Stereo, come quello del Point-One Stereo, si rivela eccellente con qualsiasi genere di musica restituendo una naturalezza timbrica davvero entusiasmante.
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Dom Ago 24, 2014 10:16 am


 
LEAK Point One Stereo -  Leak Stereo 50
 
Il Leak Point One Stereo con il finale stereofonico Leak Stereo 50.
Un'accoppiata di eccellenza sonica!
Presentato dalla Leak nel 1958, il Point One Stereo è un preamplificatore dalle prestazioni straordinarie ed ancora oggi è in grado di poter pilotare i finali Leak, tutti gli amplificatori Leak, in maniera super! Trasparenza, dettaglio, dinamica, grande equilibrio a tutte le frequenza audio, ecco queste sono le sue principali virtù.
La sinergia con i finali Leak è ovviamente perfetta e daltronde non potrebbe che essere così perchè i preamplificatori ed i finali della Casa di Londra erano concepiti per lavorare insieme e fornire insieme gli straordinari risultati che tutti gli appassionati di questo marchio conoscono molto bene.
Per qualcuno che pensi all'età del preamp Leak, oltre cinquant'anni, ed alla sua "vecchiaia audio", posso solamente rispondere di non preoccuparsi e, se può, di ascoltare "bene" questo apparecchio. Così facendo si ricrederà e di molto.
 
Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Sab Set 06, 2014 8:54 am



Mc Intosh  C-20 - Excellent Sound

Il McIntosh C-20 è preamplificatore di notevole successo ad opera di una ditta oltremodo famosa e importante in campo hi-fi.
Questo preamp risale a quel periodo, gli anni cinquanta, in cui si realizzarono elettroniche valvolari di alto spessore sia tecnico che musicale. La Mc Intosh, subito dopo la II guerra mondiale, progettò elettroniche diventate famose e dotate di una robustezza ed affidabilità invidiabili.
Il preamplificatore Mc Intosh C-20 si contendeva all’epoca la palma di migliore preamplificatore made in Usa con il Marantz 7.
Introdotto nel 1959 circa un anno dopo l’introduzione della stereofonia, il Mc Intosh C-20 è un pre versatilissimo, munito di una quantità di controlli ed ingressi da poter essere impiegato con qualsiasi sorgente.
Per esempio l’ingresso TUNER 1 e 2, con una sensibilità di 250 mVolts, può essere interfacciato molto bene con il CDPlayer.
E' autoalimentato (115-117 volts) e perciò lo si può utilizzare anche con altri finali che non siano Mc Intosh.
Con il pannello frontale curatissimo ed affascinante,come del resto tutti i Mac, ed una costruzione molto accurata, il C-20 (con il successivo McIntosh C-22) rimane uno dei migliori preamplificatori in grado anche oggi, se ben valvolato, di offrire ottimi responsi sonici.
Io l’ho ascoltato per diverso tempo collegato ad una coppia di miei McIntosh MC-30, combinazione questa molto performante. Come gli altri preamps vintage presi in considerazione, anche il C-20 è in grado di poter elargire sonorità notevoli se combinato a finali valvolari McIntosh; secondo il mio parere, non si possono ottenere ottime performance se separiamo il pre dal finale perchè la sinergia dell'unità di controllo e del suo finale diventa perfetta se combinati insieme. Ciò non toglie, comunque, che ci siano preamps che possano funzionare molto bene anche con altri amplificatori ed amplificatori che possano elargire prestazioni notevoli al di fuori dei loro preamps dedicati. Ma queste sono le eccezioni.
Impiega valvole ECC83/ 12AX7, doppi triodi di segnale ed una valvola raddrizzatrice 6X4.

Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Gio Ott 16, 2014 9:01 am



QUAD 22 - Stereo Control Unit - Very Good Sound !

L’Acoustical Manufacturing & Co., diventata in seguito QUAD, è stata una delle ditte pionieristiche in campo hi-fi costruendo fin dagli albori della sua attività apparecchiature a valvole di straordinario valore musicale.
Il preamplificatore stereofonico Quad 22, vero successo internazionale insieme agli inseparabili Quad II monofonici, nasce nel lontano 1957 ed è il successore del primo pre monofonico della Casa di Huntingdon denominato Acoustical QC II.
E’ stato certamente uno dei primi preamplificatori di alto livello degli anni Cinquanta e racchiude nel suo progetto idee innovative ed alquanto originali. La sua estrema versatilità unita ad una più che ottima affidabilità ne fanno un apparecchio ancora oggi capace di prestazioni degne di nota.
Il preamplificatore è stereofonico ed è stato progettato per essere collegato unicamente ai suoi due finali monofonici QUAD II da cui riceve l’alimentazione necessaria (ricordo che i finali QUAD II presentano in ingresso una sensibilità molto bassa, dell’ordine dei 1,3 Volt).
Possiede entrate, uscite e filtri per equalizzazione assai completi ed inoltre è possibile adattare nella giusta maniera l’impedenza d’ingresso PHONO attraverso cartucce di filtro appositamente costruite dalla QUAD.
Impiega quattro valvole:
2 doppi-triodi ECC83/12AX7 e 2 pentodi EF86. Le valvole originali che la Acoustical-Quad utilizzava erano di marca Mullard.
Nel mio QUAD 22 ho impiegato le straordinarie CV4004 -M8137 - Square Plate, di concezione professionale / governativo-militare, strutturalmente diverse dalle ECC83-12AX7 "normali". Sonorità SUPER !!


_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da ferro il Lun Ott 20, 2014 4:28 pm

Il pre Quad 22 l'ho ascoltato, in un dei miei tanti giretti ed incontri fra amici, con i finali Quad II. L'amalgama, cioè il loro suono, fra gli apparecchi era ottima. Si sentiva sprigionare energia pura e la pressione riempiva la sala.
Qualche tempo fa ero sul punto di acquistare il trittico Quad, poi costicchiava un pò ed ho lasciato stare. Mi mangio ancora le mani perchè quegli apparecchi erano tenuti in modo impeccabile. Peccato.
Andrea.
avatar
ferro

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Paolo51 il Mer Ott 22, 2014 3:05 pm

ferro ha scritto:Il pre Quad 22 l'ho ascoltato, in un dei miei tanti giretti ed incontri fra amici, con i finali Quad II. L'amalgama, cioè il loro suono, fra gli apparecchi era ottima. Si sentiva sprigionare energia pura e la pressione riempiva la sala.
Qualche tempo fa ero sul punto di acquistare il trittico Quad, poi costicchiava un pò ed ho lasciato stare. Mi mangio ancora le mani perchè quegli apparecchi erano tenuti in modo impeccabile. Peccato.
Andrea.

Hai fatto male, lo dovevi acquistare il TRITTICO!
La qualità sonora, la Storia, l'affidabilità di questi apparecchi vale qualsiasi cifra se è vero che molti comprano elettroniche moderne a cifre veramente folli con risultati discutibili. Poi, detto tra noi, non mi sembra che i QUAD abbiano prezzi elevati, proprio no.
Se ti dovesse capitare e avessi un poco di disponibilità liquida, facci un pensiero al trittico, non solo ai finali QUAD II. Il pre Quad 22, se ben tenuto, se restaurato bene, se valvolato bene, vale moltissimo!
E non dare retta a coloro che dicono che ci vogliano altri pre per i QUAD II, perchè o sono in malafede, o non hanno mai ascoltato veramente bene il pre oppure hanno le orecchie foderate di prosciutto, come si dice a Roma.

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Amadeus il Gio Ott 23, 2014 9:26 am

Io aggiungerei un'altra cosa. Molti acquistano ed ascoltano componenti d'epoca così come sono oppure si fidano del venditore il quale sostiene che l'apparecchio sia in perfetto stato e funzionante.
Ora, io dico: ma siamo proprio sicuri che sia tutto in ordine? Che non ci sia bisogno di un sano intervento (da parte di una persona competente, ovviamente) sulla componentistica che data 30, 40 e più anni?
A me è capitato di acquistare qualche anno fa, in un negozio che vendeva anche usato hi-fi, un apparecchio vintage. Era un preamplificatore Dynaco PAS 3-X. Sostituite le valvole (me lo avevano detto, in effetti), il tutto sembrava funzionare bene ma non ero del tutto convinto del suono. Dopo qualche tempo, infatti, il pre emetteva strani rumori e qualche ronzio, presumo di rete. Era diventato inascoltabile. In conclusione ho dovuto portare il Dynaco da un tecnico appassionato il quale lo ha riparato sapientemente. Erano in avaria i condensatori elettrolitici ed altri componenti.
Morale: quando si parla e si giudica il suono di un dato apparecchio, occorre prima sapere in quale stato sia.
avatar
Amadeus

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pre Vintage, che passione!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum