The HI-FI's GOLDEN AGE

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da mattia.ds il Sab Dic 10, 2016 2:05 pm

ferro ha scritto:
Paolo51 ha scritto:
I leggendari pre-amplificatori della Hi-Fi Golden Age.

Da qualche parte, sul web, ho letto alcune frasi in merito agli apparecchi hi-fi d'epoca.
La discussione riguarda soprattutto i preamp ed i finali a valvole del periodo d'oro.

Riporto qualche riga per capire che cosa conoscono gli appassionati di hi-fi d'epoca ed uno spunto interessante in merito al restauro.


............... secondo me per comprare ampli vintage a valvole(sopratutto vintage) bisogna anche essere un po' tecnici, altrimenti al primo fusibile che si brucia devi spedirli......................

..................Ciao, si infatti trattandosi di macchine anzianotte, per quanto ben costruite, l' eta' deteriora la componentistica.
..............Tuttavia, poiche' gli schemi circuitali sono semplici ed ormai universalmente conosciuti, un bravo e serio riparatore puo' comunque sempre riportarli in ripristino.
.............Alcuni ritengono che un componente attuale ( es. Condensatore ) conferisca un suono diverso dall' originale: allo stato, e per quanto mi riguarda, non avverto alcuna differenza di suono fra condensatori vari, e sicuramente preferisco un valvolare vintage con componentistica nuova piuttosto che uno con componentistica di 50 anni fa.


Sul fatto che, nello specifico,i vari condensatori di segnale od anche gli elettrolitici sostituiti in un restauro conferiscano un suono diverso da quello in origine, è una verità VERA.
Se poi un appassionato non avverte nessuna differenza, bontà sua.
Solo con l'esperienza di decenni di ascolti, prove,restauri, si riesce a capire quanto detto sopra.
La cosa importante è sostituire i vari componenti passivi con altri, possibilmente, simili e vicini come caratteristiche a quelli originali.
Quì risiede la difficoltà oggettiva nel far "suonare" bene un apparecchio o farlo "suonare" male !!


La mia esperienza in fatto di apparecchi d'epoca, mi porta a confermare quanto detto da P.Paolo.
Quando ho acquistato i Leak TL 12 Plus, avevo notato che erano stati sostituiti molti componenti passivi, sia resistenze che condensatori.
Mi sembrava, da non tecnico comunque, che ci fossero componenti moderni insieme a qualche componente "antico". Il suono era buono, molto buono, era il suono trasparente e corposo Leak.
Però, non soddisfatto, ho deciso di far eseguire un restauro totale dei miei finali (restauro fatto da P.Paolo).
Riascoltati i TL 12 Plus dopo l'intervento, ebbene il suono era ancora più corposo, dettagliato, trasparente, insomma un suono strepitoso!





E' proprio quello che mi frulla da un po per la testa....
I miei Leak Stereo 20 e Varislope sono stati restaurati bene, da persona tecnicamente preparata e le ottime prestazioni e l' estrema silenziosità ne sono una prova, ma l' intervento non è il massimo dal punto di vista della componentistica passiva utilizzata, pur buona, ma non in linea con quanto originalmente montato. Da questo ne deduco che si possa ottenere ancora di più....con un intervento mirato a ristabilire per quanto possibile le prestazioni originali. Devo solo decidermi.....e chiedere lumi a Pier Paolo....
avatar
mattia.ds

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 24.10.14
Età : 48
Località : padova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Amadeus il Lun Gen 16, 2017 4:11 pm

Ritornando in tema e al libro, ho notato una grande quantita' di marchi storici di cui non esiste traccia da nessuna parte, quindi pochissimo conosciuti
Questi marchi e le loro elettroniche hanno rappresentato molto bene l' epoca d'oro dell'hi-fi.
Leggendo di Beam-Echo o di Audiomaster, non si puo' non rimanere impressionati dalla tecnica messa in pratica in quei lontani e favolosi anni dorati per l'Audio.

Ancora complimenti a P. Paolo per il lavoro fatto!
avatar
Amadeus

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Paolo51 il Sab Feb 18, 2017 9:01 am

Amadeus ha scritto:Ritornando in tema e al libro, ho notato una grande quantita' di marchi storici di cui non esiste traccia da nessuna parte, quindi pochissimo conosciuti
Questi marchi e le loro elettroniche hanno rappresentato molto bene l' epoca d'oro dell'hi-fi.
Leggendo di Beam-Echo o di Audiomaster, non si puo'  non rimanere impressionati dalla tecnica messa in pratica in quei lontani e favolosi anni dorati per l'Audio.

Ancora complimenti a P. Paolo per il lavoro fatto!

Ti ringrazio Riccardo per le tue parole ed i tuoi complimenti.
E' stata una ricerca ed un lavoro certosino che mi hanno impegnato per parecchi mesi!

Tutti i marchi presi in considerazione e descritti nel mio libro fanno parte veramente della Hi-Fi's Golden Age.
Chi più e chi meno ma tuttavia degni di essere elencati.
Queste ditte con i loro apparecchi, soprattutto le elettroniche a valvole, hanno determinato la Storia dell'Audio internazionale, tracciando la strada per tutta la futura industria dell'alta fedeltà.
I vari Beam-Echo (piccola ditta che operò per pochi ed intensi anni), V-N Audiomaster, Linear, BTH-AEI, Pamphonic, PYE, Armstrong, Stern-Mullard, Decca, Dynatron, oltre naturalmente ai leggendari Leak, Rogers, Radford, QUAD, hanno dettato "legge" e fatto vedere quali potenzialità avessero.
Ancora oggi, questi brands e d i loro apparecchi riescono a deliziare le nostre orecchie insieme ad una affidabilità sorprendente (sorprendente per alcuni ma non per me!).

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 902
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Amadeus il Mar Feb 21, 2017 4:40 pm

Pienamente d'accordo.
Moltissimi appassionati, anzi la maggior parte, non conoscono affatto i marchi che hanno segnato l'epoca d'oro dell'hi-fi.
Io ho imparato a conoscerli leggendo i tuoi articoli e soprattutto il tuo libro.

Si parla e si discute sempre dei "soliti noti" che sono due o tre marchi storici e non si conoscono apparecchi di notevole caratura per qualità e musicalità.

Un Armstrong A 10, che ho avuto la fortuna di ascoltare a casa tua (di P.Paolo) o un Lowther L 18 S, idem come sopra, sono eccellenti elettroniche che superano moltissimo tanti altri finali di potenza!
avatar
Amadeus

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Paolo51 il Mar Feb 21, 2017 6:11 pm

Amadeus ha scritto:Pienamente d'accordo.
Moltissimi appassionati, anzi la maggior parte, non conoscono affatto i marchi che hanno segnato l'epoca d'oro dell'hi-fi.
Io ho imparato a conoscerli leggendo i tuoi articoli e soprattutto il tuo libro.

Si parla e si discute sempre dei "soliti noti" che sono due o tre marchi storici e non si conoscono apparecchi di notevole caratura per qualità e musicalità.

Un Armstrong A 10, che ho avuto la fortuna di ascoltare a casa tua (di P.Paolo) o un Lowther L 18 S, idem come sopra, sono eccellenti elettroniche che superano moltissimo tanti altri finali di potenza!

Hai centrato il punto!
Fra i tanti luoghi comuni che esistono in giro per il web o fra gli appassionati, quello di gridare "al miracolo" per le prestazioni di un singolo apparecchio vintage, e non solo, è uno dei più grandi e macroscopici!
Ed è determinato dalla NON CONOSCENZA!

Con questo voglio sottolineare che non sono esistiti solamente alcuni apparecchi, elettroniche o diffusori o giradischi, ben riusciti e basta.
Tutta la produzione della famosa Golden Age dell'HI-FI, ha visto un susseguirsi di eccellenti apparecchiature soprattutto nel campo delle amplificazioni valvolari.
All'epoca si era arrivati ad un know-how eccezionale e le ditte serie e ben attrezzate non "potevano" costruire cose banali o non progettare cose straordinarie.
Questo era dovuto a tantissimi fattori, tre dei quali determinanti per la buona riuscita, per esempio, di elettroniche a valvole incredibili:
- il progetto di circuiti lineari e collaudatissimi
- l'impiego di componenti, quali i trasformatori, di un'eccelsa qualità tecnica (non più raggiunta e raggiungibile oggi da nessuno...)
- l'utilizzo di valvole di una qualità stratosferica.


Anche il piccolo Rogers Cadet III, minimalista, semplice, poco costoso all'epoca, è in grado ancora oggi di "suonare" alla grande. E che suono!
Non può competere con i colossi dell'epoca come un Leak TL 12.1 e TL 10.1 e TL 12 Plus o un Radford STA-15 o un QUAD II o un Lowther L18 S e un Lowther LL 10 o un Beam-Echo DL7-35 o un Armstrong A-10 MA.......come ho detto SUONA molto meglio di tantissimi obbrobri cinesi, americani, italiani, ecc.

Occorre aggiornarsi, leggere e insomma farsi piano, piano una cultura di quel mondo hi-fi del passato da cui tutti hanno scopiazzato a mani ...basse..e che ancora oggi ci insegna tantissime cose!

_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 902
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Amadeus il Sab Feb 25, 2017 9:05 am

Paolo51 ha scritto:
Amadeus ha scritto:Pienamente d'accordo.
Moltissimi appassionati, anzi la maggior parte, non conoscono affatto i marchi che hanno segnato l'epoca d'oro dell'hi-fi.
Io ho imparato a conoscerli leggendo i tuoi articoli e soprattutto il tuo libro.

Si parla e si discute sempre dei "soliti noti" che sono due o tre marchi storici e non si conoscono apparecchi di notevole caratura per qualità e musicalità.

Un Armstrong A 10, che ho avuto la fortuna di ascoltare a casa tua (di P.Paolo) o un Lowther L 18 S, idem come sopra, sono eccellenti elettroniche che superano moltissimo tanti altri finali di potenza!

Hai centrato il punto!
Fra i tanti luoghi comuni che esistono in giro per il web o fra gli appassionati, quello di gridare "al miracolo" per le prestazioni di un singolo apparecchio vintage, e non solo, è uno dei più grandi e macroscopici!
Ed è determinato dalla NON CONOSCENZA!

Con questo voglio sottolineare che non sono esistiti solamente alcuni apparecchi, elettroniche o diffusori o giradischi, ben riusciti e basta.
Tutta la produzione della famosa Golden Age dell'HI-FI, ha visto un susseguirsi di eccellenti apparecchiature soprattutto nel campo delle amplificazioni valvolari.
All'epoca si era arrivati ad un know-how eccezionale e le ditte serie e ben attrezzate non "potevano" costruire cose banali o non progettare cose straordinarie.
Questo era dovuto a tantissimi fattori, tre dei quali determinanti per la buona riuscita, per esempio, di elettroniche a valvole incredibili:
- il progetto di circuiti lineari e collaudatissimi
- l'impiego di componenti, quali i trasformatori, di un'eccelsa qualità tecnica (non più raggiunta e raggiungibile oggi da nessuno...)
- l'utilizzo di valvole di una qualità stratosferica.


Anche il piccolo Rogers Cadet III, minimalista, semplice, poco costoso all'epoca, è in grado ancora oggi di "suonare" alla grande. E che suono!
Non può competere con i colossi dell'epoca come un Leak TL 12.1 e TL 10.1 e TL 12 Plus o un Radford STA-15 o un QUAD II o un Lowther L18 S e un Lowther LL 10 o un Beam-Echo DL7-35 o un Armstrong A-10 MA.......come ho detto SUONA molto meglio di tantissimi obbrobri cinesi, americani, italiani, ecc.

Occorre aggiornarsi, leggere e insomma farsi piano, piano una cultura di quel mondo hi-fi del passato da cui tutti hanno scopiazzato a mani ...basse..e che ancora oggi ci insegna tantissime cose!

In piena sintonia con quanto hai detto. Parole chiare e precise su come va.....il vintage.
avatar
Amadeus

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Paolo51 il Sab Giu 24, 2017 9:34 am

A proposito di...RADFORD




Radford STA-15 Serie III - Very best sound !!


_________________
P.Paolo
avatar
Paolo51

Messaggi : 902
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Amadeus il Mer Lug 12, 2017 8:05 pm

Paolo51 ha scritto:

A proposito di...RADFORD





Radford STA-15 Serie III - Very best sound !!


Splendido Radford ed eccellente libro sull' Hi-Fi Golden Age !
avatar
Amadeus

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 28.08.14
Località : Emilia Romagna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da ferro il Mar Set 19, 2017 9:49 am

Il libro è una...Bibbia dell'hi-fi del passato. Ricco di informazioni e di fotografie interessantissime.
Una full immersion di quella che è stata la GOLDEN AGE hi-fi che ci può ancora insegnare tanto.

I marchi presi in considerazione sono testimoni di un'era splendida in quanto a realizzazioni audio che, penso, sia inarrivabile.
Ho la fortuna di possedere alcuni apparecchi come LEAK, CELESTION, MARANTZ ed altri e ogni volta che ascolto questi apparecchi rimango stupito di come essi riescano a ricreare il SUONO, quel suono naturale e musicale che appaga l'anima.

Visitando alcuni fora esteri come PFM o DIY AUDIO, ho notato come gli appassionati siano molto più preparati sul vintage di quelli italiani.
Forse leggono di più.
Senz'altro è così, se è vero che l'Italia è al penultimo posto nella classica europea di lettori di libri !

P.S.
Sul forum inglese PFM è stata pubblicata alcuni mesi fa la recensione, con tanto di fotografia, del libro HI-FI's GOLDEN AGE.
Una recensione con parole molto lusinghiere sul libro...

avatar
ferro

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 10.05.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The HI-FI's GOLDEN AGE

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum